Ho qualcosa da dirti: bentornata Enrica, a braccia aperte

Liveblogging e recensione della prima puntata del nuovo show di Enrica Bonaccorti, in onda su TV8.

Se Enrica Bonaccorti avesse qualcosa da dire ai telespettatori, sarebbe "amori miei". E in effetti se l'è fatto sfuggire, nei secondi finali della prima puntata di Ho qualcosa da dirti, il suo angolo di sentimento nel tardo pomeriggio di Tv8. Tornata alla conduzione dopo l'esperienza fuori campo ne Il corpo dell'amore, la presentatrice si riappropria (finalmente) di uno spazio autonomo dove mettere in mostra il suo più grande talento, quello di raccontare storie. Lo ha fatto dietro a un microfono in radio, come autrice di canzoni, in libreria. E torna ora a farlo in televisione, con la classe, l'eleganza e l'esperienza di chi ha più di quarant'anni di video alle spalle.

Non importa se l'intervista prevede il ricordo di una tragedia immane, come quella del terremoto che ha colpito il Centro Italia nel 2016, o la disavventura di un uomo che nasconde l'anello della proposta di matrimonio nelle mutande, affinché la compagna non lo scopra durante un viaggio sfortunato. La conduttrice ligure riesce comunque a trovare la chiave per entrare in empatia col proprio interlocutore, senza ricorrere a facili patetismi e stratagemmi per strappare un sorriso o una lacrima al pubblico a casa. La semplicità della narrazione si sposa poi alla perfezione col format, che proprio sulla semplicità punta tutto.

Scenografie curate, come quelle a cui le produzioni Sky ci hanno abituato negli anni, studi accoglienti, che lasciano intravedere lo skyline del quartiere romano di Ostiense, in cui svetta il Gazometro. Ma la vera riserva di energia non rimane sullo sfondo: è quella che sfodera Enrica Bonaccorti, a braccia aperte come Modugno. Felice, soddisfatta, volto amico ingiustamente relegato al solo ruolo di opinionista in salotti ben più chiassosi negli ultimi anni. Bentornata.

  • 18.15

    Enrica Bonaccorti saluta tutti, dando l'appuntamento al pubblico a domani e a tutti gli altri giorni della settimana (meno che sabato e domenica). Si lascia scappare un "amori miei" per i telespettatori, che le devono essere mancati in questi anni. La puntata si chiude sulle note de La donna cannone, perché la musica è la scelta migliore quando si vuole dire qualcosa in maniera indiretta. E se lo si vuole fare che più direttamente non si può? C'è Ho qualcosa da dirti.

  • 18.05

    Elisa entra nella caffetteria con una sua amica Daniela, che ha fatto da esca, con la scusa di presentarsi per un casting di un programma di cucina. Daniela le tira fuori da una scatola una mela rossa e dei canini da vampiro, simboli della sua saga preferita, quella di Twilight. E poi una benda, con cui le copre gli occhi. Il compagno entra di soppiatto, le legge alcune frasi dal primo libro, la sbenda e le fa la proposta. I due saranno marito e moglie!

  • 18.00

    La seconda storia ha come protagonista Marco, professore che dopo aver avuto alcuni gravi problemi di peso - dall'obesità alla soglia dell'anoressia -, ha iniziato a frequentare Elisa. Un amore clandestino fra due amanti, venuto alla luce quando poi la ragazza ha deciso di lasciare il compagno e di fidanzarsi ufficialmente con lui. Matrimonio in vista? La proposta a sorpresa sarebbe arrivata in Canada, ma con le carte di credito clonate, i due sono stati costretti a tornare subito in Italia.

  • 17.55

    "Ho qualcosa da dirti: grazie di tutto, per te ci sarò sempre". Un messaggio chiaro, pulito, seguito da un abbraccio. Enrica Bonaccorti non resiste, si prende una sedia e si intromette fra le due. Per Giada ci sarebbe stata una sorpresa: il vigile del fuoco che ha estratto i corpi dei genitori dalle macerie. È in missione, non ha avuto il permesso per venire. "Vi faremo mettere in contatto", dice confortandola Enrica.

  • 17.45

    La persona a cui Giada ha deciso di dire qualcosa, al tavolo della caffetteria antistante il salottino dell'intervista, è una signora che l'ha cresciuta fino all'età di nove anni. Si chiama Osvaldina, originaria di Capo Verde, una zia acquisita ritrovata dopo tanti anni di lontananza. Enrica Bonaccorti, al bancone del locale, commenta emozionata fuori campo.

  • 17.35

    Giada racconta quella notte in cui, lontana dalla sua frazione d'origine, si è svegliata per la scossa, senza immaginare gli esiti del terremoto. La corsa fino alla casa dei genitori, l'automobile che segnala l'ingresso di una casa che non esiste più, una guerra che nessuno ha mai combattuto. Giada racconta, accompagnata dalle domande e dalla voce soave di Enrica Bonaccorti, il dramma dei genitori scomparsi, sopraffatti dalle macerie, volati via abbracciati.

  • 17.30

    "Finalmente ci ritroviamo". Enrica Bonaccorti accoglie a braccia aperte il pubblico di Tv8, pronto ad ascoltare storie di vita. La prima è quella di Giada, sopravvissuta al terremoto che ha sconvolto il Centro Italia tre anni fa. A causa del sisma, ha perso entrambi i genitori, parenti ed amici.

Enrica Bonaccorti ha qualcosa da dirci. Ho qualcosa da dirti è il titolo del programma che la conduttrice ligure condurrà a partire da oggi, lunedì 9 settembre, su TV8. Dal lunedì al venerdì, alle 17.30, la Bonaccorti aprirà le porte di una caffetteria per dare spazio a chi ha deciso di rivelare qualcosa di segreto e profondo a qualcuno. Un'occasione speciale per fare delle scuse, dei ringraziamenti, degli annunci degni di essere immortalati in una trasmissione televisiva.

Il filo delle storie, narrate da Enrica Bonaccorti, si annoderà a quello del reality quando le diverse parti si incontreranno, faccia a faccia, per la rivelazione finale. Due le vicende che verranno raccontate in ogni appuntamento e che seguiranno uno schema fisso: i telespettatori, infatti, avranno modo di ascoltare le voci dei protagonisti prima del colloquio e le impressioni successive all'incontro.

Tvblog seguirà l'esordio di Enrica Bonaccorti a TV8 in diretta; alla fine della puntata, la consueta recensione.

  • shares
  • Mail