Alla Ricerca del Gusto Perduto, Chef Rubio a Blogo: "Preparatevi a un linguaggio diverso"

Sette puntate per un viaggio durato mesi in Estremo Oriente per raccontare cibi e culture in un modo diverso dal solito, anche dal Rubio tv.

Un nuovo programma, una formula diversa, un format che più degli altri unisce le mille anime di Gabriele Rubini, per la tv Chef Rubio che ha inaugurato un tipo di racconto che non si lascia ingabbiare. Lo abbiamo intercettato in veste di ospite del Premio Fabula 2019, dopo aver incontrato ragazzi di tutte le età, ai quali ha parlato come sempre senza filtri (e senza parolacce, se già qualcuno dovesse protestare pensando ai suoi modi 'social' piuttosto diretti). "Sono così diretto sui social perché solo così riesci ad avere attenzione" spiega ai ragazzi che gli fanno domande sul suo lavoro, sui suoi amori ("Lavorando 500 ore al giorno è difficile"), sul suo modo di vedere il mondo.

Un aspetto, questo, che potremo vedere a partire da sabato 15 settembre in prima serata su Nove (DTT, 9) con Rubio, Alla ricerca del gusto perduto, un viaggio in Estremo Oriente tra Thailandia, Cina e Vietnam in cui intreccia passioni e attitudini, curiosità e fame di conoscenza, mettendo insieme tutte le anime che chi lo segue conosce. Autore, fotografo, regista, documentarista, 'antropologo culinario', esploratore delle tradizioni, alla continua ricerca di chi difende ingredienti e preparazioni, dei custodi di una cultura orale e pratica che i suoi obiettivi cercano di immortalare, far conoscere, tramandare.

Un progetto lungo un anno, per il quale ci sono voluti 5 mesi di riprese, che non è andato del tutto come si sarebbe voluto, spiega Rubio ai nostri microfoni. Ma se il titolo non spicca per originalità, sicuramente diverso è il linguaggio che sarà utilizzato nel racconto dell'Oriente. Diverso da Unti e Bisunti, che ha aperto un genere e un filone, e diverso da quello che abbiamo visto finora con Rubio. E l'attesa è quasi finita.

Prima di lasciarvi al video e a dimostrazione del percorso innovativo del viaggio di Rubio in Estremo Oriente, ne approfittiamo per segnalare che dal 5 ottobre al 13 ottobre a Comacchio, nell'ambito della Sagra dell'Anguilla - perché il contatto con il cibo è sempre centrale - sarà allestita la mostra 高揚 / KOUYOU, 18 stampe selezionate tra gli scatti realizzati in un  viaggio in Giappone nella quale ha documentato tutte le fasi di lavorazione dell’anguilla seguendo la filiera dello Chef Jin Ogata. E a proposito di passioni che non si spezzano, Rubio non perde l'occasione per sostenere la Nazionale Italiana di Rugby impegnata nei Mondiali a Osaka dal prossimo 22 settembre: sarà in Giappone ospite di un evento organizzato dalla Camera di Commercio e FIR. E aspettiamo già i suoi nuovi racconti.

 

  • shares
  • Mail