Genova, il giorno più lungo: Nove racconta il crollo del ponte Morandi a nove mesi dalla tragedia

Un doc per ricostruire, e ipotizzare, il crollo del Ponte Morandi a Genova.

14 agosto 2018: il ponte Morandi crolla improvvisamente trascinando con sé auto e camion e uccidendo 43 persone, molte delle quali dirette verso le ferie. Una tragedia ancora senza una spiegazione o un'ipotesi accreditata sulle cause del crollo: una tragedia che Nove racconta alle 21.25 di questa sera, martedì 14 maggio 2019, a nove mesi da quella drammatica giornata.

Il doc ricostruisce proprio le ore precedenti e successive al crollo del Viadotto Polcevera, meglio noto come Ponte Morandi - dal nome del suo progettista -, avvenuto alle 11.36 della vigilia di Ferragosto sotto una pioggia battente che ha reso ancor più confuse le immagine delle telecamere di sorveglianza piazzate sul quel tratto dell'Autostrada A10. A raccontare quei momenti ci sono i sopravvissuti e soccorritori, dai Vigili del fuoco a chi ha gestito lo sgombero delle palazzine che insistono sotto il ponte crollato, per arrivare allo staff dell’Ospedale San Martino.

Tra il rimpallo delle responsabilità tra Governo e Società concessionaria, i selfie ai solenni funerali di Stato per le vittime, il dolore dei parenti, la disperazione di chi deve lasciare la casa di una vita, i primi giorni dopo il crollo sono avvolti in un vortice di polemiche e di lutto. Poi il silenzio, fino all'inizio delle procedure di smontaggio del ponte a febbraio: intanto il primo anniversario della tragedia si avvicina e a fare il punto su quel giorno ci prova proprio il doc, una produzione originale Magnolia (Banijay Group) per Discovery Italia.

Un modo per non dimenticare la morte assurda di 43 persone e l'esodo di migliaia di persone dalle proprie vite.

  • shares
  • Mail