Ciao Darwin: concorrente infortunato, pm indagano, ma registrazioni vanno avanti

Le nuove puntate del programma di Paolo Bonolis dovrebbero essere registrate fra giovedì e venerdì. Sono già pronte quelle in onda il 3 e il 10 maggio

Nonostante l'inchiesta della Procura di Roma e il sequestro dei rulli del Genodrome, Ciao Darwin non si ferma. A quanto apprende l'Adnkronos, infatti, tra oggi e domani i vertici di Mediaset dovrebbero procedere all'ufficializzazione del piano di produzione della rete, che prevede la registrazione delle nuove puntate del programma condotto da Paolo Bonolis. Intanto sono già pronte quelle che andranno in onda il 3 e il 10 maggio. Proprio durante la registrazione di quest'ultima, avvenuta il 17 aprile, il concorrente Gabriele Marchetti è rimasto vittima dell'incidente durante la prova dei rulli. Marchetti, che rischia la paralisi, è ricoverato al Policlinico Umberto I di Roma. Le nuove puntate di Ciao Darwin dovrebbero essere registrate fra giovedì e venerdì prossimi.

Intanto merita la segnalazione l'intervista rilasciata al sito Fanpage.it da Emanuela Fan, una delle concorrenti che ha preso parte al Genodrome insieme a Gabriele Marchetti. Ecco alcuni passaggi della sua testimonianza:

Ci hanno chiesto di non parlare con gli altri concorrenti al fine di non spaventarli. Mi sento molto in
colpa di non aver avvisato gli altri (...) Poi è andato Gabriele, caduto in modo rovinoso, rovinoso. Cascato proprio male. Vista da lì, era molto brutta. Ci siamo accorti che lo portavano su dei sommozzatori e abbiamo notato che non si muoveva. E ci siamo subito allarmati. Ci diceva che non riusciva a muoversi e non riusciva a respirare. L'ambulanza era lì. Lo ha trasportato al Sandro Pertini. I soccorsi sono stati immediati, non posso negarlo. Mi sono spaventata tanto, però (...) Ci hanno rassicurato e ci hanno chiesto di non parlare con gli altri concorrenti al fine di non spaventarli. Mi sento molto in colpa di non aver avvisato gli altri, perché poteva succedere qualcosa anche a loro (..) è venuto anche Bonolis dove stavamo noi, c'erano alcuni che dicevano: "Quel Genodrome non andrà mai in onda perché questo ragazzo si è fatto male…". Vedere andare via una persona che gareggia con te con la barella, non è stato piacevole. Ora non le so dire chi, ma era dello staff, la mattina dopo io gli dico: "Dimmi la verità, si è fatto male?" E lui ha abbassato lo sguardo. Non mi ha risposto, ma non era difficile capire che era grave.

  • shares
  • Mail