Sanremo Giovani, la Rai risponde a Striscia la Notizia: "Sergio Cerruti fornisce cifre errate. Il rimborso agli artisti è stato di 6000 euro"

Anche Sanremo Giovani è finito nel mirino di Striscia per un presunto conflitto di interesse tra Einar e Fiorella Mannoia.

Il botta e risposta tra la Rai e Striscia la Notizia continua ma nel corso della puntata del tg satirico di Canale 5 andata in onda ieri, giovedì 31 gennaio 2019, sul "banco degli imputati", è finito Sanremo Giovani, il concorso musicale riservato a giovani artisti che mette in palio posti per l'edizione successiva del Festival di Sanremo. Per la cronaca, quest'anno, Sanremo Giovani è stato vinto da Einar e Mahmood che gareggeranno insieme ai Big nell'unica categoria di questa 69esima edizione del Festival.

Durante la puntata di Striscia, è stato messo in luce il presunto conflitto di interessi tra Einar, ex cantante della diciassettesima edizione di Amici, e Fiorella Mannoia, una dei giudici di Sanremo Giovani 2018. Prima del concorso musicale, infatti, Einar sarebbe entrato nella scuderia di Gabriele Parisi che è il manager della Mannoia.

Riguardo i presunti conflitti di interesse rinvenuti fino ad ora, l'inviato di Striscia, Pinuccio, ha intervistato il presidente dell'AFI, Sergio Cerruti, che ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: "Sto cercando di capire i motivi per cui non sono stati chiariti tutti gli aspetti. Questa mancanza di trasparenza non aiuta, soprattutto i giovani che devono credere che la musica è un settore serio, un settore che ha delle regole, che valgono per tutti. Nei primi incontri per Sanremo Giovani, si parlava di pochi soldi, di pochi spicci... Di 2000 euro, per l'esattezza. Questo è un lavoro, la musica non è un'attività gratuita".

Questo è il comunicato odierno diffuso dalla Rai di risposta a Cerruti e a Striscia:

In merito alle affermazioni del Presidente AFI Sergio Cerruti nel corso della puntata di Striscia la Notizia trasmessa giovedì 31 gennaio, si precisa che il rimborso per ognuno dei 24 giovani artisti in gara a Sanremo Giovani 2018 è stato pari a 6000 euro e non 2000.
Si fa notare, inoltre, l’enorme impegno produttivo della Rai che ha prodotto 2 puntate in prima serata e 4 pomeridiane, un vero e proprio “festival” dedicato agli artisti emergenti. Tutto questo in un percorso che Rai 1 e la Rai hanno ormai intrapreso da anni a sostegno dei musicisti e della musica, un importante asset industriale del nostro Paese.
In questo percorso di valorizzazione della musica italiana e in particolare dei giovani artisti si inserisce poi l’accordo con il Ministero Affari Esteri e Cooperazione Internazionale con l’iniziativa World Tour che porterà in giro per il mondo i giovani talenti emergenti della musica italiana contemporanea.
A tal fine, sarà organizzato un tour mondiale di sei giovani artisti partecipanti a Sanremo Giovani 2018 (i primi, i secondi e i terzi classificati delle due serate finali) che toccherà sette città nei cinque continenti a partire dal mese di marzo.

Riguardo il presunto conflitto di interesse tra Einar e la Mannoia, però, non ci sono dichiarazioni.

  • shares
  • Mail