Arrested Development, nuove accuse contro Jeffrey Tambor. Jason Bateman costretto alle scuse dopo aver minimizzato

Jessica Walter rivela che Jeffrey Tambor l'ha verbalmente aggredita sul set di Arrested Development. Jason Bateman apparentemente minimizza e poi chiede scusa.

Arrested Development

Jeffrey Tambor continua a far parlare di sé e purtroppo non più per meriti artistici. Dopo l'accusa di molestie sessuali che, di fatto, ha portato al suo allontanamento da Transparent di Amazon (in Italia su Sky Atlantic), la nuova stagione di Arrested Development di Netflix sembrava potesse essere un'isola felice per Tambor. Invece una nuova tempesta si è abbattuta su di lui e sul resto del cast della serie tv, al punto che Netflix ha deciso di cancellare il previsto tour promozionale inglese in vista del debutto della nuova stagione il 29 maggio.

Arrested Development è una divertente e surreale commedia che si aggira per gli schermi televisivi da oltre 15 anni. Le prime tre stagioni tra il 2003 e il 2006 vennero trasmesse da Fox che poi cancellò la serie tv per i bassi ascolti (almeno per l'epoca). Nel 2013 Netflix decise di realizzare una quarta stagione da 15 episodi che, per esigenze dei vari protagonisti, venne realizzata con una formula da puntate monotematiche (proprio qualche settimana fa è stata rilasciata una nuova versione da 22 puntate in cui le diverse scene sono state rimontate e risistemate per unificarne la narrazione). Infatti gli attori protagonisti dopo le prime tre stagioni hanno ottenuto un discreto successo e un po' tutti, da Jason Bateman a Tambor, da Will Arnett a Tony Hale e Michael Cera non potevano impegnarsi troppo per una stagione intera. Cinque anni dopo, sulla scia dell'entusiasmo dei fan, ecco arrivare una quinta stagione, divisa in due blocchi con la prima parte rilasciata il prossimo 29 maggio.

Durante l'attività di promozione si è scatenato il caos. Jessica Walter, attrice che nella serie tv interpreta la moglie del personaggio di Jeffrey Tambor, ha rivelato nel corso di un'intervista con il cast al New York Times che più di una volta Tambor l'ha verbalmente aggredita. Un fatto che lo stesso Tambor in passato aveva ammesso. Walter ha spiegato che non c'è mai stata alcuna aggressione sessuale, ma che Tambor era verbalmente aggressivo.

Nel corso dell'intervista Jason Bateman ha provato a descrivere la situazione, mitigando le dichiarazioni di Walter " Non per giustificare o scusare nulla, ma nel mondo dello spettacolo è frequente incontrare persone che, come dire, sono "complicate"...E quello che è importante è capire il contesto. Impari a conoscere il carattere, le abitudini lavorative, l'etica del lavoro e inizia a capire. [...] Quello che facciamo è creare vite finte. Una cosa strana da fare, ed è un mondo in cui possono covare comportamenti atipici, alcune persone possono processare la cosa in modo complesso".

Alia Shawkat a quel punto è intervenuta sottolineando come questo non vuol dire che sia accettabile e Walter ha rincarato la dose dicendo che in 60 anni di carriera non le era mai capitato di incontrare qualcuno che le gridasse in quel modo, aggiungendo che Tambor si è scusato, ma che questo ovviamente non lo giustifica.

Le parole di Bateman hanno scatenato in rete un putiferio che ha dovuto chiedere scusa perchè le sue parole sono state sbagliate e fraintese "Sembrava che stessi giustificando un atteggiamento aggressivo sul posto di lavoro. Non è così. Sembrava che stessi giustificando Jeffrey. Non è così. Sembrava fossi insensibile verso Jessica. Non è così. Infatti sono stravolto dal fatto che non mi fossi accorto prima di quanto questa situazione l'avesse colpita direttamente. [...] Sono profondamente dispiaciuto e imbarazzato nell'aver fatto questo a Jessica. Ho imparato tanto da questa situazione. Non avrei dovuto provare a spiegare la situazione, appianare un litigio o calmare le acque. Mi sarei dovuto concentrare di più su quello che è importante, che non c'è alcuna giustificazione ad ogni forma di abuso, verso ogni genere. E che le vittime debbano sempre essere ascoltate."

Anche Tony Hale, che, come Bateman, aveva provato a minimizzare l'accaduto ha chiesto pubblicamente scusa a Jessica "è abbastanza chiaro che le mie parole, sia quelle dette che non dette, hanno sminuito la sofferenza di Jessica e per questo sono terribilmente dispiaciuto".

Una situazione davvero spiacevole per tutte le parti coinvolte e che probabilmente segna la fine definitiva della carriera di Jeffrey Tambor.

  • shares
  • Mail