Carlo Conti a Tv Talk risponde a Blogo: "Ogni Sanremo è un figlio. Eredi? Bravi Cattelan, Russo, Alvin..."

Carlo Conti è in piena bufera sanremese: e risponde a lettori e analisti.

0114_154047_tvtalk.jpg

Carlo Conti, pronto a Sanremo 2017, interviene a TvTalk e risponde alla domanda scelta dalla redazione del programma di Rai 3 tra quelle proposte dalla Community di Blogo. La scelta, non particolarmente originale a dire il vero, cade su quella di sdibeleiba che chiede a Conti quale delle due precedenti edizioni abbia amato di più.

"La risposta è sempre la solita. Sono due figli, vuoi bene a tutti i tuoi figli, non è possibile sceglierne uno. Il primo è stato emozionante anche perché poi musicalmente era molto ricco e mi ha dato un sacco di soddisfazioni, tra Il Volo, Nek, Malika Ayane e tanti altri grandissimi successi. Anche perché la mia soddisfazione è quella di mettermi in macchina con la mia famiglia dopo Sanremo e sentire in radio le canzoni del Festival. Lo scorso anno ci sono stati tanti momenti emozionanti: ne cito solo uno, la presenza di Ezio Bosso".

Per il prossimo e ultimo Festival, Conti ha voluto il massimo. il top, Maria De Filippi. Per il futuro, Conti vede diversi giovani da seguire e a cui dare possibilità:

"C'è un meraviglioso fermento giovanile e bisogna investire su di loro, anche per il prime time. Lo dico sempre al direttore dei rai 1... noi conduttori abbiamo un difetto, ci innamoriamo troppo dei nostri prodotti, finendo per vivere in simbiosi con loro, come un pilota con la sua auto. Dovremmo imparare a cedere le nostre auto, anche perché una macchina forte con un nuovo pilota può ancora migliorare. E fa bene anche a noi 'cambiare auto'. Tra i giovani penso a Cattelan, Federico Russo, ad Alvin e ad altri che ormai si stanno consolidando."

Proprio Federico Russo sarà alla guida dell'Anteprima Sanremo 2017, in access prime time. Che sia il primo passo per il prime time sul palco dell'Ariston?

  • shares
  • Mail