• Tv

E’ morto Garry Marshall, creatore di Happy Days e Mork & Mindy

E’ morto ad 81 anni Garry Marshall, noto autore e regista cinematografico, a cui si devono serie tv come Happy Days, Mork & Mindy e The Odd Couple

E’ morto, all’età di 81 anni, Garry Marshall, autore televisivo, attore e regista cinematografico che ha portato sul piccolo schermo successi come La strana coppia, Happy Days e Mork & Mindy, mentre al cinema è stato artefice di numerose commedie, tra cui “Pretty Woman”. L’autore è morto a causa delle conseguenze di una polmonite.

Nato a New York nel 1934, Marshall era figlio del produttore cinematografico Anthony Wallace Marshall e dell’insegnante di danza Marjorie Irene Ward. Dalla parte di padre, Marshall era di origine italiana, essendo la famiglia proveniente da San Martino sulla Marrucina, in Abruzzo. Non solo il padre e lui stesso hanno lavorato nel mondo dello spettacolo: la sorella Penny è una nota regista, mentre un’altra sorella, Ronny, una produttrice televisivo.

Marshall ha iniziato a lavorare in televisione scrivendo per spettacoli come il The Joey Bishop Show, il The Lucy Show ed il The Dick Van Dike Show. La sua prima serie tv è stata Hey, Landlord, andata in onda nel 1966 sulla Nbc e durata solo una stagione. Nel 1970, porta in tv l’adattamento dello spettacolo teatrale La strana coppia, andato in onda sulla Abc per cinque stagioni.

Nel 1969 lavora alla serie comica antologica Love, American Style, che raggruppava differenti racconti ogni settimana. Tra questi, è andato in onda anche “Love and the Happy Days”, episodio da cui poi fu pensato Happy Days, che debuttò sempre sulla Abc nel 1974 ed andato in onda per dieci stagioni, diventando una serie tv iconica e passata all storia della televisione per la sua rappresentazione della tipica famiglia media americana negli anni Cinquanta, lanciando nel mondo dello spettacolo attori come Henry Winkler, Scott Baio e Ron Howard.

Al successo di Happy Days sono seguiti ben tre spin-off, con protagonisti personaggi apparsi per la prima volta dentro la sit-com: il primo, Laverne & Shirley, è del 1976 ed ha tra le protagoniste la sorella dell’autore; Mork & Mindy è andato in onda dal 1978 ed ha lanciato la carriera di Robin Williams, mentre Joanie Loves Chachi, è andato in onda dal 1982 per due stagioni.

All’attività di autore televisivo, Marshall ha affiancato quella di regista cinematografico: oltre a “Pretty Woman”, ha diretto numerose altre commedie, tra cui “Se scappi ti sposo”, “Pretty Princess” ed il recente “Mother’s Day”. Ma Marshall è stato anche attore in alcune serie tv: è comparso come guest-star, ad esempio, in Brothers & Sisters, Sabrina Vita da Strega, Louie, Due uomini e mezzo, Brooklyn Nine-Nine e, nella scorsa stagione, nel remake di The Odd Couple (di cui era consulente), nei panni di Walter Madison, padre di Oscar (Matthew Perry).

Il mondo dello spettacolo americano sta ricordando con affetto e gratitudine Marshall, grazie a cui molti attori oggi famosi hanno iniziato a recitare. Su Twitter, Henry Winkler ha voluto rendergli omaggio:

“GARRY MARSHALL riposa in pace… Grazie per la mia vita professionale. Grazie per la tua lealtà, amicizia e generosità”.

Anche Scott Baio lo ha ricordato:

“Ho il cuore a pezzi. Il mio mentore e secondo padre è morto. #garrymarshall.

Oggi ho perso un uomo che è stato un secondo padre per me. Mi ha scoperto e mi ha dato una magnifica vita. Garry Marshall è stato l’uomo più generoso e di talento che abbia mai incontrato. L’industria dell’intrattenimento ha perso un uomo geniale ed una brava persona. Il mio cuore è con i miei amici di sempre, la famiglia Marshall”.

Garry Marshall lascia Penny e Ronny, ma anche la moglie Barbara Sue, i figli Lori, scrittrice; la produttrice teatrale Kathleen; il produttore televisivo e cinematografico Scott e sei nipoti.