#SanremoArcobaleno, la finale, chi ha aderito: Gabbani, Cristina D’Avena, Annalisa, Fornaciari e Scilla

I cantanti che hanno aderito all’appello a favore delle unioni civili.

Anche la finale del Festival di Sanremo inizia con i nastrini arcobaleno pro-unioni civili. È ancora una volta Francesco Gabbani, vincitore dei Giovani, a sfoggiare sotto la giacca i nastri colorati, durante la sua esibizione con la canzone vincitrice delle Nuove proposte, Amen. Ad “accompagnarlo”, tra l’altro, una scenografia che ricordava molto l’arcobaleno.

Alle 22.13 è poi la volta dell’ospite Cristina D’Avena che, per cantare i suoi più grandi successi delle sigle dei cartoni animati, usa un microfono con un bel fiocco arcobaleno che l’accompagna per tutto il tempo che è stata sul palco.

02_13_2016_23_09_35.jpg

Ecco poi arrivare Annalisa, dopo le 23, che come le sere precedenti ha una bandierina colorata ‘tatuata’ sulla mano. A differenza di altri suoi colleghi, arrivati sul palco prima di lei e che stasera non hanno sfoggiato i simboli pro-unioni civili, la cantante savonese ha voluto continuare sulla strada intrapresa nei giorni precedenti.

02_14_2016_00_34_01.jpg

L’ultima cantante a esibirsi, grazie al ripescaggio, è Irene Fornaciari (con la sua canzone Blu), ed è anche l’ultima cantante della serata a sfoggiare i nastri arcobaleno, appesi alla cintura del suo vestito. Tra i Big in gara, quindi, solo lei e Annalisa hanno sfoggiato questa sera i colori arcobaleno.

02_14_2016_01_07_04.jpg

Per chiudere, è la volta di Guglielmo Scilla, che arriva sula palco indossando un braccialetto arcobaleno.

#SanremoArcobaleno, quarta serata

#Sanremoarcobaleno anche in questa quarta serata: cominciano subito i Giovani delle Nuove Proposte con Francesco Gabbani, che sfoggia i nastrini allacciati alla cintura, ed Ermal Meta, che nella prima carrellata invece ha proprio una striscia rainbow sugli oggi, a mo’ di maschera.

Tra i Big comincia Annalisa, che apre la gara con un segno rainbow sulla mano come ieri sera. Anche i fotografi in galleria hanno i nastrini appesi alle lenti. Continua la tradizione Francesca Michielin con i laccetti al polso, gli stessi di ieri sera, mentre Valerio Scanu ha i nastrini ripiegati nel taschino della giacca.

Elisa superospite ha sfoggiato un braccialetto al polso, mentre Arisa aveva un piccolo laccetto arcobaleno sulla spallina del vestito.

Ma la versa sorpresa è arrivata direttamente in faccia a Conti, quando Madalina Ghenea è arrivata con i nastri arcobaleno legati al polso per presentare Lorenzo Fragola, che invece aveva un fazzoletto nel taschino come molti uomini stasera. I Bluvertigo li hanno messi sugli strumenti. Madalina ha riproposto i nastrini anche dopo il cambio d’abito prima dell’esibizione di Clementino.

Anche gli ospiti Alessandro Gassmann e Rocco Papaleo hanno sfoggiato i nastrini nella giacca, mentre il dj belga Lost Frequencies feat. Janieck Devy li aveva semplicemente appesi alla consolle.

sanremo 2016 francesco gabbani rainbow

#SanremoArcobaleno, terza serata


Anche in questa terza serata un’alta percentuale di cantanti ha scelto di aderire al Sanremo Arcobaleno. Nella terza serata del Festival anche tre giovani, Francesco Gabbani, Mahmood e Michael Leonardi (quest’ultimo a mo’ di fazzoletto nel taschino della giacca) hanno esibito i nastrini arcobaleno a favore delle unioni civili.

A loro si è unita per un bis Dolcenera, che ha sventolato il nastro arcobaleno tutto il tempo cantando Amore disperato.

La sorpresa sono stati Giovanni Caccamo e Deborah Iurato, anche loro con rispettivamente anello-rainbow e adesivo sulla giacca (parzialmente coperto dai capelli), e il giovane di Benji & Fede con nastrini rainbow sulla chitarra.

Clementino invece ha sfoggiato una banda arcobaleno sul cappello durante la sua cover.

I Pooh, superospiti, avevano nastrini arcobaleno allacciati al basso di Red Canzian e alla batteria di Stefano d’Orazio; Riccardo Fogli e Dodi Battaglia avevano braccialetti al polso come Arisa, mentre Francesca Michielin aveva una serie di laccetti colorati. Irene Fornaciari ha optato per un bracciale di perline rainbow, mentre nei Bluvertigo è stato Andy al sassofono a sfoggiare i nastrini nel taschino della giacca.

Gli ultimi momenti rainbow si sono avuti con Annalisa, che aveva un piccolo arcobaleno sulla mano, ma il sostegno più inaspettato è arrivato dall’ospite straniero, il cantante Hozier, che è salito sul palco con un cuore arcobaleno attaccato alla chitarra.

hozier sanremo 2016 arcobaleno

#SanremoArcobaleno, seconda serata: Dolcenera, Eros Ramazzotti e Valerio Scanu aderiscono all’appello pro-unioni civili

Dolcenera è la prima Big in gara nella seconda serata del Festival di Sanremo 2016 ad aver aderito all’appello a favore delle unioni civili lanciato da Le perle di Pinna prima dell’inizio della kermesse sanremese.

Il nastro arcobaleno era legato al suo pianoforte.

Anche il superospite Eros Ramazzotti si è esibito con il nastro arcobaleno, aggiungendo queste dichiarazioni al termine della sua prima esibizione:

La famiglia, qualunque essa sia, è fondamentale. Ognuno tira su i figli a modo suo. La cosa fondamentale è dargli l’educazione giusta. Crescerli dritti.

Successivamente, anche Valerio Scanu si è esibito con il nastro rainbow legato all’asta del microfono.

#SanremoArcobaleno: Noemi, Arisa, Ruggeri, i Bluvertigo e la Fornaciari aderiscono all’appello pro-unioni civili

All’appello pro-unioni civili lanciato da Le Perle di Pinna, hanno aderito anche Enrico Ruggeri, i Bluvertigo e Irene Fornaciari.

Anche in questi tre casi, il cantante milanese, la band capeggiata da Morgan e la figlia di Zucchero si sono esibiti, sfoggiando l’ormai famoso nastro arcobaleno.

#SanremoArcobaleno: Noemi e Arisa aderiscono all’appello pro-unioni civili

arisa-sanremo-arcobaleno.jpg

Arisa ha mantenuto la promessa e ha cantato la sua canzone, Guardando il cielo, con un nastro arcobaleno tenuto tra le mani.

E’ la seconda cantante ad aderire all’appello pro-unioni civili dopo Noemi.

Sanremo 2016 e l’accessorio arcobaleno: Noemi è la prima ad aderire all’appello pro-unioni civili

noemi-sanremo-arcobaleno.jpg

L’idea è nata da Antonio Andrea Pinna, fondatore della pagina Facebook Le perle di Pinna:

Sarebbe bello se stasera a Sanremo gli artisti indossassero tutti un richiamo arcobaleno per far presente alla nostra classe politica che l’amore ha gli stessi diritti per tutti, e che quello che chiediamo è condiviso davvero dalla maggioranza del Paese, non solo da chi ne verrebbe beneficiato. E questa battaglia così nobile non ha nulla a che vedere con le nicchie, con le minoranze, con la politica dei voti, delle alleanze e delle maggioranze. È una protesta comune contro le disuguaglianze, che non ha partito né colore, se non quello dell’amore.
#‎SanremoARCOBALENO‬

Arisa ha già manifestato l’intenzione di aderire a questo appello a favore delle unioni civili.

La prima cantante ad aver mantenuto questa promessa, però, è stata Noemi che ha cantato la sua canzone, La borsa di una donna, con un nastro arcobaleno legato sull’asta del microfono.

Ultime notizie su Festival di Sanremo

Tutto su Festival di Sanremo →