Sabina Guzzanti attacca Ballarò e Massimo Giannini: “Nel mondo che verrà questo ‘giornalismo’ non esisterà più”

Il post polemico su Facebook.

Si è da poco conclusa la quarta puntata della nuova edizione di Ballarò, il talk show di approfondimento politico di Rai 3 condotto dal giornalista Massimo Giannini. Nella puntata di questa sera, come tutte le settimane, gli ospiti sono stati chiamati a confrontarsi sui temi della politica e dell’economia.

Ospiti delle interviste faccia a faccia di Giannini sono stati prima il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin e Matteo Salvini, leader della Lega Nord. Infine Andrea Guerra, ex ad di Luxottica e (ancora per pochi giorni) consigliere strategico di Palazzo Chigi per le politiche industriali. Terminato questo incarico Guerra lavorerà al fianco di Farinetti per Eataly. Questo l’estratto delle sue dichiarazioni sul premier Renzi:

Ho lavorato 26 anni in azienda. Ho lasciato in Luxottica un pezzo del mio cuore, un progetto fantastico. Ho voluto dare indietro un contributo al mio Paese. Con Renzi non amicizia, ma stima reciproca. Mi ha dato questa opportunità ed ho accettato. Leopolda è stata grande innovazione, organizzato bene e in quel contesto tante persone si sono conosciute. Diventato primo Ministro è normale che sia andato a pescare da lì, l’importante che tenga presente che la diversità dà valore. Pregi e difetti di Renzi? Sono stato bene, è divertente stare, ascolta ed è sempre di buon umore. Difetto dal mio punto di vista è quando si scorda di avere 40 anni e si fa prendere dai tatticismi, deve tenere conto della sua generazione di riferimento. Ha ridato movimento e sono cose che danno credibilità.

Questa intervista, e più in generale la gestione della trasmissione, non è piaciuta affatto a Sabina Guzzanti che attraverso il proprio profilo Facebook si è scagliata contro Ballarò e contro Massimo Giannini:

INTERVISTA RIPARATORIAGuardando Ballarò l'intervista ad Andrea Guerra direi che l'anatema di Renzi ha fatto effetto….

Posted by Sabina Guzzanti on Martedì 29 settembre 2015

INTERVISTA RIPARATORIA
Guardando Ballarò l’intervista ad Andrea Guerra direi che l’anatema di Renzi ha fatto effetto. Intervista lunghissima stile fantasy con l’Italia che riparte, Renzi simpatico, non fa nemmeno le slide, non è decisionista e ha fatto tanti passi avanti facendo cose di cui si parlava da anni ma nessuno era riuscito a fare tipo distruggere la scuola pubblica, lo statuto dei lavoratori, togliere al parlamento le sue prerogative, legge bavaglio e occupazione totale della tv pubblica. Dei passi avanti si sono fatti e ora Guerra è pronto per una nuova sfida EatItaly. Mai nome fu tanto spudorato per lo sponsor di RENZI
dopodiché sbaglia il nome del giornalista che ha fatto il servizio e fa la voce grossa col la de girolamo
La tv non si deve guardare direte voi. Ma la tv è nostra. Si guarda come Ulisse guardava casa sua occupata dai proci.
Nel mondo che verrà questo ” giornalismo” non esisterà più.

E’ plausibile che Giannini non lasci correre e preparerà una risposta da servire in diretta martedì prossimo, così com’è già avvenuto per la replica al Presidente del Consiglio che aveva attaccato i talk show del martedì sostenendo che “Fanno meno ascolti della replica di Rambo“.

I Video di TvBlog

Ultime notizie su Ballarò

Ballarò è un talk show politico televisivo, nato il 5 novembre 2002, che va in onda su RaiTre il martedì alle 21:05 (serata in cui è quasi sempre leader a discapito della stessa RaiUno).

Tutto su Ballarò →