• Tv

Cronache di Frontiera, docu-serie di Sky Tg24: conferenza stampa

Cronache di Frontiera in onda su Sky Tg24 dal 30 settembre 2015

  • 11.20

    Inizia la conferenza.

  • 11.21

    Viene mostrata una clip che racconta gli ultimi anni di Sky Tg24.

  • 11.23

    Cronache di Frontiera è basato sul format originale inglese Benefits Street ed è prodotto in Italia da FremantleMedia.

  • 11.24

    Mercoledì 30 settembre alle 22, dopo la prima puntata del documentario, Sky Tg24 proporrà un approfondimento, a cura della redazione, per dibattere i temi emersi nella docu-serie con ospiti ed esperti.

  • 11.26

    Varetto: “Sky Tg24 è cambiata profondamente negli ultimi anni. Grazie ad una squadra straordinaria di giornalisti che hanno saputo mettersi in gioco. Non siamo più una all-news pura”.

  • 11.27

    Varetto spiega che Sky Tg24 è andata “oltre alla proposizione di notizie, raccontando storie”.

  • 11.28

    Le puntate di Cronache di Frontiera sono quattro. Viene proiettata una clip di anticipazione.

  • 11.38

    Varetto: “Le storie dei vari personaggi le conosciamo durante le 4 puntate. Non c’è la disintermediazione del giornalista. I protagonisti parlano davanti alla telecamera”.

  • 11.39

    Varetto: “Il meccanismo che abbiamo scelto è quasi quello delle serie: non è un’inchiesta, non c’è un lavoro giornalistico dietro. È la rappresentazione di quello che abbiamo visto. È un racconto molto emotivo, si capiscono i drammi delle persone”.

  • 11.41

    Varetto: “Siamo andati a vedere da vicino la nuova frontiera, la nuova società. Senza dare interpretazioni, senza proporre soluzioni”.

  • 11.41

    Lostia: “Ringrazio Sky che ha creduto nel progetto e ci ha sostenuto. Abbiamo fatto un grandissimo lavoro di pre-produzione: entrare in queste realtà è molto complicata, ci sono mille filtri e diffidenze. Chi non ha il permesso di soggiorno non accetta di entrare in contatto con redattori”.

  • 11.43

    Lostia: “La fase di pre-produzione è durata 2 mesi e mezzo, quasi tre”.

  • 11.44

    Lostia: “A noi interessava dare una rappresentazione parziale – sono 74 le etnie in quella zona di Roma – che potesse dare il sapore del mondo che si sta creando al di là del raccordo anulare”.

  • 11.45

    Le zone interessate dal documentario sono Tor Bella Monaca, Torre Angela, Torre Maura, Giardinetti e Torrespaccata. A Roma.

  • 11.45

    Con il gruppo di personaggi, italiani e stranieri, il lavoro è durato 8 settimane.

  • 11.46

    Lostia: “Abbiamo lavorato anche con la Polizia di Stato, ha accettato la nostra presenza nelle volanti”.

  • 11.48

    Lostia: “Non siamo partiti con una tesi. Ma con una voglia molto oggettiva, a tratti documentaristica. Non troverete mai un voice over, a noi interessavano le loro vite, le loro emozioni”.

  • 11.50

    Lostia: “Abbiamo voluto raccontare storie piccole, che non passeranno alla storia, ma che lasciano il segno”.

  • 11.52

    Varetto: “Ci ha divertito molto l’idea di potere lavorare ad una cosa diversa, dove i tempi sono molto diversi. Quasi come se si girasse un film”.

  • 11.54

    Varetto ammette che vedendo le prime immagini aveva notato che gli italiani erano molto arrabbiati con gli stranieri: “Ma io non abito a Tor Bella Monaca; è normale essere arrabbiati”.

  • 11.55

    Varetto: “Qui c’è un occhio privo di qualsiasi lente che potesse deformare”.

  • 11.57

    Cronache di Frontiera andrà in onda anche sul canale 27 del digitale terrestre (Sky Tg24). Disponibile anche la diretta streaming su SkyGo e sul sito del canale. Sarà, inoltre, on demand.

  • 11.58

    Varetto: “Abbiamo fatto questo lavoro nella periferia di Roma, ma potevamo farlo anche a Milano e Torino. Siamo partiti da Roma perché la conoscevamo meglio. Non escludiamo che questo lavoro si possa fare altrove in futuro”.

  • 11.59

    Rischio di ingenerare razzismo o un sentimento solidale? Lostia: “Il montaggio ha una sua finalità di racconto, fatalmente anche di selezione di quello che viene mandato in onda. In questo caso, la bravura del team di ripresa (abbiamo cercato di essere il più possibile invisibili per non far sentire i protagonisti on stage) e di montaggio consente alle persone che guardano di farsi ognuno una sua libera opinione. Da parte nostra non c’era alcuna finalità di orientare il pensiero del telespettatore sul fenomeno dell’immigrazione e sullo stato delle periferie italiane”.

  • 12.02

    Lostia: “Abbiamo voluto accendere per un tempo lungo i riflettori su una realtà, per far prendere coscienza al telespettatore di una umanità che esiste”. Varetto: “L’immigrazione è oggetto di tante strumentalizzazione, da ogni parte. Per noi è stata un’esigenza fare un prodotto nuovo, all’aperto. Solo una telecamera accesa. Niente esperti, niente sociologi”.

  • 12.04

    Varetto: “Non sono stati coinvolti i giornalisti di Sky Tg24. Abbiamo lavorato con Fremantle in una struttura senza giornalisti. Con Fremantle ci sono stati contatti diretti, ma il lavoro è stato fatto da loro”.

  • 12.07

    3 filmaker sul campo. Lostia: “Il materiale è stato visionato e selezionato. Accanto ai filmaker ci sono stati redattori, cioè figure autorali”.

  • 12.09

    Lostia ribadisce: “Non è un’inchiesta, il passo è stato quasi filmico. È un film sulla realtà”.

  • 12.10

    Come mai manca Tor Sapienza? Lostia: “È stata una scelta”. Varetto: “Non volevamo fare cronaca, eravamo già lì tutti i giorni. In Cronache di Frontiera volevamo raccontare, per quanto estrema, la normalità, la quotidianità.

  • 12.11

    Le riprese sono iniziate a marzo 2015. I personaggi principali sono 7 stranieri e 4 italiani.

  • 12.12

    Ci sono italiani che vedono di buon occhio l’invasione degli stranieri?. Lostia “È difficile, c’è chi fa volontariato, c’è chi lavora con i ragazzi stranieri. Ma chi ha attività commerciali o chi è in difficoltà ha in animo la paura che l’immigrazione possa togliere loro quel poco che hanno”.

  • 12.14

    Varetto: “Sky Tg24 è tutto in chiaro, al canale 27 del digitale terrestre. L’informazione va messa al servizio del Paese. L’alta definizione è soltanto per gli abbonati. La strategia della nostra testata è cambiata: vogliamo lavorare più in verticale e meno in orizzontale. Sempre di più c’è l’approfondimento, ci siamo un po’ stufati del rullo delle notizie”.

  • 12.17

    Finisce la conferenza.

Sta per iniziare a Roma la conferenza stampa di presentazione di Cronache di Frontiera, la docu-serie in onda su Sky Tg24 a partire da mercoledì 30 settembre alle 21.10 (una volta a settimana). Si tratta di una narrazione in presa diretta, senza alcuna intermediazione giornalistica o documentaristica, della vita nel quartiere di Tor Bella Monaca, nella periferia romana, unica per le sue peculiarità, ma in realtà uguale per tensioni sociali e paure a quella di molte altre città italiane. Una “frontiera” dove si mescolano storie di immigrati e di nuovi e vecchi italiani. Storie di scontri, di vite al limite della legalità, in cui il presente viene travolto da un futuro incerto, del quale non si conoscono ancora i contorni.

Blogo seguirà in liveblogging l’intero incontro. Presenti il direttore Sarah Varetto e il CCO (Chief Creative Officer) di FremantleMedia Alessandro Lostia.

I Video di TvBlog