Morto il Nobel Renato Dulbecco, condusse Sanremo nel 1999

Renato Dulbecco è morto oggi, all'età di 97, a Genova. Lo scienziato premio Nobel per la medicina nel 1975 per i suoi studi sui virus tumorali e sulle modalità di interazione con le cellule è stato colpito da un infarto. Dulbecco era nato a Catanzaro nel 1914 e sin dal 1947, anno del suo trasferimento negli Stati Uniti presso l'Università di Bloomigton nell'Indiana, avviò una proficua attività di ricerca in campo medico e scientifico.

Divenuto professore nel 1955 isolò il virus mutante della poliomelite, una di quelle scoperte che rese possibile il vaccino sintetizzato da Sabin. Sin dal 1960 si interessò di ricerca oncologica svolgendo i suoi studi anche in Inghilterra, proprio mentre lavorava con David Baltimore e Howard Temin venne insignito del Nobel.

Il suo contributo alla scienza si concretizzerò nel 1986 quando formulò la proposta di creare un grande lavoro partecipato per costruire la mappa del genoma umano nella prospettiva di contribuire alla ricerca medica esplorando appieno il campo della ricerca sul nostro patrimonio genetico. Nel 1999, a conferma della sua personalità poliedrica, condusse il Festival di Sanremo insieme a Fabio Fazio e Laetitia Casta. In cima a questo post potete vedere un breve estratto da quell'edizione della kermesse sanremese che ospitò anche l'ex presidente russo Mikhail Gorbaciov, altri tempi.