Glee 2 e le guest star: Javier Bardem accetta, Katie Holmes no, Snoop Dogg ci pensa. E Katy Perry lancia un appello via Facebook

Javier Bardiem Katie Holmes Snoop Dogg Katy Perry
Sebbene Ryan Murphy avesse promesso che nella seconda stagione di "Glee" verrà dato spazio ai protagonisti che già conosciamo, continuano a diffondersi sul web le notizie di possibili guest star per le prossime puntate. C'è chi accetta, chi rifiuta, chi ci pensa.

Tra i primi c'è il premio Oscar Javier Bardem. L'attore ha ricevuto una proposta di partecipazione alla serie da parte di Murphy stesso durante le riprese di "Eat, pray, love", di cui il creatore di "Glee" è regista. Bardem, che pare abbia visto la prima stagione nel giro di una settimana, ha accettato di comparire nella serie.

-Attenzione: spoiler-
Il suo ruolo sarà quella di una rock star che farà amicizia con Artie (Kevin McHale). "Faremo un po' di heavy metal", ha detto l'attore, "quello spagnolo, il peggiore". Se lui ha accettato così velocemente, però, c'è chi non ha avuto problemi a dire di no al telefilm del momento.

Trattasi di Katie Holmes, che ha negato le voci che la vedevano protagonista di una storyline di cinque episodi nella seconda stagione. La moglie di Tom Cruise, sebbene prenda regolarmente lezioni di ballo con Tyce Diorio, coreografo di "So You Think You Can Dance", e che si è spesso cimentata nel canto nella serie a cui ha preso parte, pare non abbia proprio intenzione di partecipare a "Glee ", al contrario di tanti altri colleghi.

Snoop Dogg, invece, potrebbe fare un salto dai New Directions. Il rapper, che di recente ha dedicato una canzone a Sookie di "True Blood" ed ha rifiutato un piccolo ruolo nello show di Alan Ball, sta pensando se accettare o no l'invito fatto dai produttori.

In mezzo a tutte queste proposte, c'è chi ancora non ne ha ricevuta una. Parliamo di Katy Perry, che nei giorni scorsi ha confessato il suo sogno di comparire nella serie, tanto da chiedere -un po' come fece l'agente di Britney Spears su Twitter- che qualcuno su Facebook crei un gruppo che spinga lo show a contattarla. Il risultato? Più di trenta i gruppi nati per la "giusta causa", ma c'è anche chi li ha aperti per non vedere la Perry in "Glee 2".

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: