Mediaset Premium: nuova offerta al ribasso per il 2010


Arriva subito, immediata, la risposta (sicuramente programmata) di Mediaset Premium alla ridefinizione dell'offerta di Sky. Quasi tronfio, Pier Silvio Berlusconi, quando nella conferenza stampa che ha seguito la Mediaset Night, snocciola dati e notizie sulla piattaforma pay del digitale terrestre. Fra le novità più importanti, sulla falsariga della strategia già adottata negli ultimi tre anni, quella di puntare sempre più decisi sulla formula easy pay abbandonando progressivamente le ricaricabili.

Mediaset punta a tenere con sé nella prossima stagione le 4.4 mln di schede attive a giugno 2010 (2 mln sono "scadute" il 1 luglio) grazie ad un'offerta, disponibile da oggi, che prevede il pacchetto Calcio e Gallery a 14 euro al mese fino alla fine dell'anno. Quindi, come di consueto, tutta la Champions League, la Serie A con 12 squadre (Juventus, Milan, Inter, Roma, Lazio, Napoli, Bari, Genoa, le novità Fiorentina, Palermo e altre due in via di definizione) e l'esclusiva dell'Europa League che vedrà impegnate sia i partenopei, sia i rosanero, sia la Juve, vogliosa di riscatto dopo l'ultima pessima stagione e il Campionato del Mondo per Club con l'Inter protagonista. Da segnalare che senza Palermo e Fiorentina si aprono tempi tempi durissimi per Dahlia Tv, la concorrente (teorica) di Premium sul digitale terrestre.

Pier Silvio sottolinea che per Premium è confermato il break even nel 2010, tutto come da programma, mentre Sky ha fatto segnare un -100 mila abbonati nell'ultimo trimestre nonostante la copertura totale e di grande livello del Mondiale 2010. La sfida fra la pay tv di Murdoch e Mediaset Premium si fa sempre più accesa.

  • shares
  • Mail
46 commenti Aggiorna
Ordina: