Sanremo 2013, Leone di Lernia a Tvblog: «Tutti i cantanti di Sanremo devono morire»

Leone di Lernia parla in esclusiva ai microfoni di Tvblog: il conduttore rafiofonico e cantautore trash-demenziale di Trani, dopo aver fatto una disquisizione sul tema "gnocca" (argomento ricorrente del suo intervento), ci regala una rivelazione scottante sulla contestazione a Crozza:

In 14 milioni hanno guardato la prima serata perché c'era Crozza. Era tutto preparato per fare lo scandalo e così l'hanno visto.

Il Leone di Lernia, scatenato come pochi, tra parolacce, giochi di parole e rimandi allo Zoo di 105, commenta così la voce di un festival di Sanremo itinerante a partire dall'edizione 2014:

Per me sarà a San Vittore il prossimo festival, perché come cantano lì non canta nessuno.

Dopo un appello off topic della serie Free Corona, Leone si lancia in uno scherzoso "i cantanti di Sanremo devono morire" e in una rivelazione shock: "Io e Fazio eravamo amici da bambini. Facevamo le rapine insieme.".

Se non temete che le vostre orecchie rimangano offese dagli sproloqui di Leone premete play. ATTENZIONE: presenza di parolacce.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 70 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE ENTERTAINMENT DI BLOGO