Isola dei Famosi 2019, Paolo Brosio sbotta contro la produzione: "Quando le regole fanno comodo a voi si possono superare"

Il naufrago polemizza contro la produzione e difende Stefano Bettarini dopo le accuse per aver manomesso la macchina del riso

Nella quinta puntata dell'Isola dei Famosi i nervi scoperti giocano brutti scherzi. Paolo Brosio ne fa le veci subendo le tensioni in riferimento a ciò che è accaduto nelle ultime ore sul caso della manomissione del macchinario per il riso. Stefano Bettarini, imputato per aver compiuto il fattaccio ha trovato appoggio da parte del naufrago ed ex inviato del reality che dopo un iniziale silenzio è letteralmente sbottato:

Mi ritengo responsabile di quello che è successo. Anche se io di questo trucchetto non sapevo nulla mi ritengo complice. Sembra di stare al 1992/93 quando stavo davanti al tribunale di Milano. Noi siamo in una situazione di difficoltà estrema, quando la situazione diventa troppo critica abbiamo bisogno di certe cose arrivano. Ma quando arrivano? Quando le infezioni dei mosquitos sono già arrivate?

Alvin prova a far ragionare il concorrente "Non siamo in un tribunale, è una cosa fuori luogo, ci sono delle regole da rispettare" riportando la calma ma senza avere risultati, anzi, l'ira di Brosio aumenta sino a sbottare "No! Zitto! Tu fai l'inviato ed io il naufrago!" e rilascia la sua difesa per Bettarini: "Quello che ha fatto, va compreso data la situazione. A Stefano è stata lanciata una croce molto pesante".

Alessia Marcuzzi da studio sottolinea che nessuno è stato eliminato per il fatto. Paolo Brosio non vuol sentire ragioni e sbrocca:

No adesso mi inc****o, quando le regole fanno bene alla produzione allora va bene tutto. Non va bene! Ti faccio nomi e casi di noi che avevano diritto ad avere certi oggetti e certi medicinali che sono arrivati dopo 7 giorni.
  • shares
  • +1
  • Mail