Le 'soap opera' ad Avanti un altro nonostante i domiciliari. I miracoli della tv registrata

Le gemelle 'soap opera' presenti nella puntata di lunedì di Avanti un altro, nonostante i domiciliari notificati nei giorni scorsi per l'accusa di furto. Miracoli della tv registrata

Quando la televisione supera la realtà. Ad Avanti un altro vengono presentati i protagonisti del salottino e tra loro spuntano pure le gemelle soap-opera.

Tu chiamali se vuoi miracoli del piccolo schermo, anche se in realtà dovremmo parlare del potere della tv registrata, capace di portare in studio le due ragazze attualmente agli arresti domiciliari.

Alessandra e Valentina Giudicessa sono state infatti fermate nei giorni scorsi dai carabinieri con l'accusa di furto di svariati capi di abbigliamento in un esercizio della Capitale.

I fatti risalgono allo scorso dicembre e, come riporta il Corriere della Sera, fanno seguito ad un episodio analogo avvenuto la passata estate:

“Dopo essere state già denunciate davvero per furto di due profumi da 550 euro nel luglio scorso in una profumeria di via Marmorata, questa volta le gemelle sono state scoperte di nuovo dai carabinieri il 13 dicembre scorso mentre rubavano 18 capi d’abbigliamento in un negozio in viale Europa e arrestate adesso ai domiciliari con un’ordinanza di custodia cautelare per concorso in furto aggravato”.

Le sorelle divennero famose un anno fa grazie alla partecipazione nel film campione d'incassi Come un gatto in tangenziale. Nella pellicola di Riccardo Milani le due interpretavano Sue Ellen e Pamela (nomi presi dalla soap opera degli anni ottanta Dallas), ladre inquiline di un alloggio popolare nell’ex residence Bastogi.

Da qui l’improvvisa popolarità e l’approdo nel minimondo della trasmissione di Canale 5. La loro presenza nella puntata di lunedì ha ovviamente provocato la reazione interdetta e stupita degli spettatori a casa.

 

  • shares
  • +1
  • Mail