Striscia La Notizia: "Flavio Insinna vittima? La Rai non ha mai difeso le maestranze che hanno lavorato con lui"

Il nuovo attacco di Striscia La Notizia dopo l'annuncio del direttore di Rai1, Angelo Teodoli, dell'arrivo di Flavio Insinna a L'Eredità

insinna-fuorionda-striscia.png

Le dichiarazioni del direttore di Rai1, Angelo Teodoli, rilasciate a 'Il Giornale' su Flavio Insinna, neo padrone di casa de 'L'Eredità' dopo l'addio di Carlo Conti a la scomparsa del compianto Fabrizio Frizzi, hanno sollevato una serie di discussioni sul web e tra gli addetti ai lavori.

Dopo la chiusura di 'Affari tuoi' ed il polverone, alzato da Striscia La Notizia, a seguito dei fuorionda assai cruenti, che hanno toccato il picco massimo con le offese gratuite nei confronti di una concorrente della Valle D'Aosta, il conduttore romano cerca la grande occasione per risollevarsi e riconquistare l'affetto e la fiducia del grande pubblico.

Il preserale della rete ammiraglia Rai potrebbe essere il terreno ideale per compiere questo grande passo, con il sostegno dello stesso Teodoli:

Flavio è un ottimo professionista, un grande intrattenitore, ha dato molto alla Rai. In tutti i programmi a volte accadono momenti difficili dietro le quinte. Penso che Striscia abbia francamente esagerato.

Nelle scorse ore, il tg satirico di Canale 5, ha fatto recapitare a DavideMaggio.it, una sorta di lettera (di cui vi riportiamo un piccolo stralcio), per spiegare, ai lettori, le proprie ragioni dopo le ultime dichiarazioni del dirigente della prima rete pubblica italiana:

Ecco, francamente, Striscia non ha proprio esagerato [...] è chiaro che Insinna ha diritto di lavorare, ma è meno comprensibile che i suoi santi in paradiso, a cominciare da Teodoli, si ostinino a farlo passare per vittima. Quando, semmai, le vittime sono le maestranze che hanno lavorato con lui. E che la Rai non ha mai difeso.
  • shares
  • Mail