Maurizio Crozza a Ballarò del 22 gennaio 2013 (video)


La copertina satirica di Maurizio Crozza in apertura della 18esima puntata di Ballarò (seguito in diretta da PolisBlog) non poteva non partire dal protagonista odierno Nicola Cosentino. Il quale, mentre Obama giurava dichiarando che tutti gli uomini sono uguali, lottava con i compaesani per essere inserito nelle liste del Pdl.

Cosentino non ci sarà. Cacciarne uno per eleggerne cento.

Quindi ancora sulla selezione dei candidati, stavolta in casa centrista:

Monti ha detto 'via gli incapaci'. E chi ci rimaneva? Gli immigrati?

Impossibile non commentare la candidatura di Augusto Minzolini, ex direttore del Tg1, nel Pdl come capolista in Liguria. Ad Alfano, ospite in studio, Crozza ha detto:

Noi liguri che minchia abbiamo fatto a Silvio per odiarci così tanto? Che c'entra Minzolini con la Liguria? Uno che ha speso così tanto con la carta di credito può essere tutto ma non leader.

Ancora al segretario del principale partito di centrodestra, che non ha tradito sorrisi:

Cosentino ha detto che lei è un perdente di successo. Di che successo parlava?

Il comico poi ha commentato l'attesa ospitata di Mario Monti, che sarà intervistato da Floris nell'ultima parte della puntata:

E' vero che Monti arriva alle 10 e mezza? E chi è Shakira? Fa il figo?

Dopo aver notato che alla Bellucci piace Monti perché "vive in Francia", Crozza ha chiuso sugli F35:

Gli F35 che abbiamo comprato per 15 miliardi, quelli che non temono niente e nessuno, abbiamo scoperto che se c'è un temporale pare che esplodano. Invece che i nemici bisogna tener sotto occhio il meteo. Ma si può pagare uno sproposito una cosa che non funziona? Ah, già, abbiamo 1000 parlamentari.

  • shares
  • Mail