Squadre da incubo, prima puntata 18 febbraio 2016: il "modello Sky" s'impone sui precedenti esperimenti in tema

Diretta e recensione della prima puntata di Squadre da incubo, docu-reality sul calcio con Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso.

squadre-da-incubo-prima-puntata-diretta-inizio.jpg

Squadre da incubo | Prima puntata | 18 febbraio 2016 | Recensione

E' andata in onda stasera su Tv8 la prima - o meglio dovremmo dire si è giocata la prima partita - di Squadre da incubo, il docu-reality sulle squadre di calcio dilettantistico da salvare ad opera di Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso. Il format, prodotto Fremantle, vi diciamo sin da subito che rispecchia quasi totalmente i crismi di tutti i 'makeover' che conosciamo già: i giardini, gli hotel e le pionieristiche Cucine da incubo (portate al successo da Antonino Cannavacciuolo in Italia su Fox Life e regno incontrastato di Gordon Ramseyin USA e Uk).

Programmi che fanno del carattere e della grinta "salvifica" dei protagonisti il punto chiave: se Ramsey sbraita in cucina e Cannavacciuolo dispensa i suoi scoppoloni a ristoratori e cuochi pasticcioni, Amoruso e Vialli cercano di portare ordine in squadre ai limiti dello sfascio. Tanti (troppi) slogan e tante parolacce - per rabbia o per incoraggiare - le persone che sono chiamati ad aiutare.

Avevano promesso verità e la verità ce l'hanno data soprattutto i calciatori: gente semplice che dei fasti della Serie A è ben lontana. Gente che vive il calcio per passione, ma la mattina va a lavorare davvero. La verità ce l'ha assicurata il mister, detto Il Profeta, e i suoi problemi con l'italiano. Anche Amoruso, nella sua veracità, è apparso autentico: il roccioso capitano dei Rangers di Glasgow era chiaramente nel suo.

E Mister Vialli? L'ex bomber di Samp e Juventus, invece, la telecamera la conosce bene, ormai da tanti anni grazie al ruolo ricoperto in SkySport. Il suo mentoring alterna fasi genuine ad altre scritte, preconfezionate. D'altronde è pur sempre un programma televisivo (con un montaggio apprezzabile e un ritmo sostenuto).

Precedenti commistioni tra reality e calcio non mancavano: in principio ci fu Campioni - Il sogno con il Cervia di Ciccio Graziani. I calciatori si son poi quasi tutti riciclati come tronisti, a riprova che l'elemento televisivo era forse preponderante. Poi è arrivato Calciatori - Giovani speranze su Mtv e qui lo storytelling era focalizzato sul tema teen, target di riferimento della rete: le storie degli adolescenti - divisi tra famiglia, scuola e primi amori - si intrecciavano strettamente con il calcio giocato. Infine il tentativo (mai decollato) di talent Leyton Orient condotto da Simona Ventura su Agon Channel.

Squadre da incubo si differenzia dai precedenti esperimenti per un linguaggio più moderno, efficace e persuasivo, frutto del carisma dei due consulenti d'eccezione, ma soprattutto dell'impronta del "modello Sky". Dunque, un buon primo passo per l'ingresso nella tv generalista di Tv8, nata dalle ceneri di Mtv e che avrà la sua consacrazione ufficiale solo con l'arrivo dello show di punta della rete: la nuova edizione di Italia's got talent.

Squadre da incubo | Prima puntata | 18 febbraio 2016 | Diretta

  • 21.16

    Su MTV8, anzi da oggi solo TV8, sta per cominciare la prima puntata di Squadre da incubo. Ancora qualche minuto...

  • 21.22

    Si parte. "Siete una ca**o di squadra da incubo" di Vialli diventerà una frase cult. Nell'introduzione si delinea lo schema di ogni puntata. A differenza di quanto annunciato in conferenza stampa la prima squadra è la Setina, squadra di Sezze Scalo (provincia di Latina).

  • 21.30

    La Setina, dalle clip, appare una squadra davvero allo sbaraglio. Gli abitanti del paese hanno una pessima opinione della squadra. Ben 34 partite che non vincono e 122 reti subite. Riusciranno i nostri 2 eroi a salvare la baracca? Arrivano a bordo di auto fiammanti, stile molto USA..

  • 21.34

    Comincia il cazziatone ai danni del Mister, soprannominato Il Profeta, e della squadra. "Squadra disorganizzata, approssimativa.. Solo scuse". Poi squilla il cellulare a un calciatore e i due Boss si infuriano. Sicuro che non ci sia il copione?

  • 21.35

    Amoruso e Vialli chiedono una partitella 5 contro 5. E trovano il livello della squadra bassissimo.

  • 21.37

    "Questa settimana c'è da farsi il culo. Chi non ha voglia di farselo, quella è la porta" avverte Amoruso. "L'autorità da oggi siamo noi e si balla come diciamo noi" aggiunge Vialli.

  • 21.39

    Vialli chiede al custode di poter vedere lo spogliatoio che versa in condizioni pessime. Per non parlare della fatiscenza dei bagni e delle docce: "Si prendono le verruche soltanto a guardarle ste docce". Il magazzino ancora peggio: "Una discarica". Vialli chiede la collaborazione al custode.

  • 21.41

    I due cercano di studiare una strategia guardando le vecchie partite della Setina. Ritengono che la colpa sia del Mister. Vialli si vuole occupare di lui, Amoruso li allenerà e si presenta al campo a sorpresa. Quanti slogan..

  • 21.43

    Amoruso detta le sue regole e si aspetta una maggiore partecipazione. Vialli invece critica il metodo di comunicazione del Profeta: "Non c'ho capito un c**o, devi usare legge delle tre C, chiaro, conciso, completo".

  • 21.44

    Lorenzo Amoruso, nella sua veracità, è il più autentico.. Vialli si vede che la telecamera la conosce meglio. Consegna al mister un libro "per migliorare lo stile di leadership".

  • 21.50

    Amoruso pone il problema della mancanza di un secondo portiere. Vialli convoca tre aspiranti portieri e chiama Luca Marchegiani per farsi aiutare nella scelta.

  • 21.54

    Vialli e Marchegiani si confrontano..

  • 21.55

    La scelta ricade su ALessandro che ne gioisce! Amoruso per testare la preparazione della squadra chiede al mister di organizzare una partita.

  • 21.58

    Scoppia la lite: il mister esclude un giocatore, Stefano (difensore), che l'avrebbe criticato durante gli allenamenti e la voce gli è stata riportata dagli altri calciatori. "Siete delle merde" - dice Amoruso - "Non siete una squadra".

  • 21.58

    La partita sarà contro la squadra femminile della Roma. Un campo di patate, pozzanghere ovunque.. Le donne sono tecnicamente superiori. Amoruso sbraita e la partita si chiude senza goal per la Setina.

  • 22.02

    Dopo la partitella fallimentare Vialli incontra il Profeta negli spogliatoi per riparlargli: "Sempre gli stessi errori. Non bisogna vivere nel passato". Il Mister si mette a studiare con esiti "esilaranti".

  • 22.04

    Vialli convoca il capo ultrà della Setina per cercare di riportare i tifosi allo stadio. "Li vado a prendere nelle case" esclama entusiasta il tifoso che propone di rispolverare il progetto dell'inno. Amoruso e il capo ultrà partono in furgone armati di megafono a invitare i compaesani alla partita della domenica".

  • 22.07

    La tifoseria riunita in parrocchia ha l'obiettivo di imparare l'inno della Setina. Con tanto di banda..

  • 22.11

    Qualche leggero miglioramento in allenamento comincia a vedersi.. All'indomani della partita Vialli li porta in un luogo dove possano rilassarsi "come fanno le squadre di serie A" e li invita a rafforzare lo spirito di gruppo. Nel frattempo i parenti dei ragazzi ce la mettono tutta per rimettere in sesto gli spogliatoi.

  • 22.13

    Il Mister comunica la formazione dopo qualche suggerimento di Vialli.. Il Profeta esclude il figlio che un po' se la prende. "Mi interessa di più la vittoria" afferma l'allenatore.

  • 22.18

    Manca poco al match decisivo. La squadra, prima di partire per la trasferta, visita gli spogliatoi completamente rinnovati. Un abisso rispetto alla topaia dell'inizio. Per la squadra anche una divisa ufficiale e un pulman con i colori del team.

  • 22.22

    Vialli cerca di incoraggiare i ragazzi prima della partenza: "Sapete che differenza c'è tra il livello massimo del calcio e il vostro livello? Nessuno. C'è sempre una partita da giocare. Gli eroi siete voi, vi ho visti lavorare. Mai mollare". Il mentoring motiva la squadra.

  • 22.23

    La tifoseria è accorsa con tanto di inno. Arriva il momento della partita. Il Bomber segna e ad esultare sono per primi i due Boss. Ma dura poco. Gli avversari pareggiano..

  • 22.25

    Sotto pressione ancora una volta la Setina diventa fallosa. Il primo tempo si chiude 1 a 1. La Setina è sempre più abbattuta e subisce il secondo goal.

  • 22.28

    All'85esimo arriva il pareggio. Verso la fine la grinta della Setina riesce a fare la differenza e la squadra vince la partita (dopo 34 sconfitte). Grande entusiasmo e commozione dei due Boss e della squadra. "Non si torna indietro" conclude Vialli nel salutare il team negli spogliatoi.

  • 22.30

    Ed è con le parole dei protagonisti - i calciatori della squadra - che si chiude la prima puntata di Squadre da incubo.

Squadre da incubo | Prima puntata | 18 febbraio 2016
Squadre Da Incubo, dal 18 febbraio alle 21:15 su MTV8

La sfida tra Chiamarsi Bomber e Delinquenti prestati al mondo del pallone si è chiusa con un sonoro 4-2! Adesso tocca a Bomber Vialli e Mr Amoruso vedersela con delle vere #SquadreDaIncubo! L’appuntamento è per giovedì 18 febbraio alle 21:15 su MTV8 - Canale 8 del digitale terrestre.

Pubblicato da Squadre da Incubo su Lunedì 15 febbraio 2016

Andrà in onda stasera, giovedì 18 febbraio 2016, su MTV8 la prima puntata di Squadre da incubo, il docu-reality dedicato al mondo del calcio di livello dilettantistico. Si tratta di un 'makeover' che vede come protagonisti due glorie del calcio giocato, Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso. I due ex calciatori cercheranno di rimettere in piedi delle "squadre da incubo" con tanti problemi e proveranno a salvare dal baratro della retrocessione squadre di dilettanti relegate ai margini delle classifiche. Seguiremo in liveblogging la puntata e, al termine, proporremo la nostra recensione.

Squadre da incubo | Prima puntata | 18 febbraio 2016 | Il format

Il format è prodotto da FremantleMedia, da un'idea di Francesco Carabelli, Andrea De Falco, Paolo Ghisoni, Riccardo Lupoli e Gianluca Vialli. Squadre da incubo è un programma di Michele Truglio, con la regia di Alessandro Tresa.

I due coach saranno a stretto contatto con la "squadra" per una settimana: dopo 5 giorni di training intensivo dentro e fuori dal campo la squadra è chiamata alla prova del nove ossia ad una partita, "in casa", del campionato di categoria. Sarà il test ideale per valutare progressi e margini di miglioramento. In ogni puntata l’esito è differente: si potrà perdere con orgoglio, pareggiare lottando su ogni pallone o addirittura vincere.

Gianluca Vialli sarà la mente, il boss in giacca e cravatta che agirà sul management delle squadre per ripristinare l'ordine elaborando delle tattiche di intervento. Lorenzo Amoruso sarà il braccio e sottoporrà il team a rigidi allenamenti intensivi richiedendo sforzi e disciplina.

Squadre da incubo | Prima puntata 18 febbraio 2016 | Anticipazioni

Questa mattina si è tenuta a Milano la conferenza stampa di presentazione del programma. Qui di seguito trovate tutte le dichiarazioni e le anticipazioni. I protagonisti sottolineano che sarà "tutto vero".

La squadra della prima puntata sarà calabrese: si tratta del Martirano, della provincia di Catanzaro.

squadre-da-incubo-prima-puntata-anticipazioni.jpg

Squadre da incubo | Prima puntata 18 febbraio 2016 | Gianluca Vialli e Lorenzo Amoruso

squadre-da-incubo-prima-puntata.jpg

Nato a Cremona nel 1964, Gianluca Vialli è uno dei nove calciatori che hanno vinto tutte e tre le principali competizioni UEFA per club, unico attaccante nel riuscirci. Ben 286 le reti realizzati nella sua lunga carriera calcistica tra squadre di club e Nazionale. Debutta nella Cremonese in C-1, ma si afferma nella Sampdoria: qui, insieme a Roberto Mancini, formerà una delle coppie d'attacco più prolifiche di sempre e condurrà la Samp al primo scudetto. Dal 1992/93 è alla Juventus dove resta fino al '98 collezionando 102 presenze e 38 reti. Poi passa al Chelsea dove il primo anno è calciatore e allenatore. Dal 2002 è testimonial e commentatore tecnico di SkySport.

Partecipare a Squadre da Incubo è stata un’avventura molto divertente. Abbiamo visitato luoghi incantevoli di un paese che non ricordavo essere così bello e vario. Abbiamo sfidato le intemperie. Incontrato persone piene di umanità ed entusiasmo. L'obiettivo, quello di condividere conoscenze ed esperienze maturate durante una vita dedicata allo sport più bello del mondo e metterle a disposizione di sportivi super appassionati ma anche un po' confusi. Ogni episodio è la storia di una settimana passata con una Squadra da incubo. Il racconto di un percorso di cambiamento di persone autentiche tra momenti comici e drammatici.
Una missione impossibile dall'esito tutt'altro che scontato!

Lorenzo Amoruso (che Blogo ha intervistato a margine della conferenza stampa di oggi) ha iniziato nelle giovanili del Bari, sua città d'origine. Il roccioso difensore esordisce in serie A nel 1989 con il Bari contro l'Inter. Successivamente passa alla Fiorentina con la quale vince la Coppa Italia e la Supercoppa italiana. Dal 1997 comincia la sua avventura in Scozia nei Glasgow Rangers dove colleziona tanti titoli. Nel 2010 una breve parentesi nel management della Fiorentina come coordinatore degli osservatori della prima squadra.


Abbiamo iniziato questa esperienza con l'intenzione di trasmettere amore, voglia di fare calcio con più passione, orgoglio, regole... Il cammino sarà lungo ma abbiamo noi in prima persona riscoperto le reali motivazioni per le quali ci siamo tutti appassionati allo sport più bello del mondo.

Squadre da incubo | Prima puntata 18 febbraio 2016 | Come seguirlo in tv e in diretta streaming

Il programma andrà in onda ogni giovedì alle 21.15 su MTV8 (canale 8 del DDT), ma è disponibile anche la diretta streaming sul sito ufficiale www.tv8.it. Naturalmente è possibile seguire e commentare insieme a noi la diretta di Blogo, qui su TvBlog.

Squadre da incubo | Prima puntata 18 febbraio 2016 | Come seguirlo sui social

Questi i canali per seguire e commentare Squadre da incubo sul web (l'hashtag è #squadredaincubo):
- sito ufficiale
- pagina Facebook
- account Twitter


  • shares
  • +1
  • Mail