Papa Francesco a Che Tempo che Fa, tra Chiesa e tango

Papa Francesco a Che Tempo che Fa, tra Chiesa e tango

Papa Francesco in collegamento con Che Tempo Che Fa per un’intervista davvero inedita che vede il Santo Padre in una storica (pseudo) diretta.

Alcuni degli estratti dell’intervista di Fabio Fazio a Papa Francesco nella puntata di Che Tempo Che Fa di domenica 6 febbraio 2022.

Un’intervista che ha spaziato tra i temi della migrazione, delle ingiustizie sociali, dell’ambiente, del futuro della Chiesa. Ed è proprio da questa clip che vogliamo partire.

“Io immagino la Chiesa del futuro come l’ha immaginata San Paolo VI dopo il Concilio, con l’esortazione apostolica Evangelii Nuntiandi. Poi io ho ne ho fatta un’altra, che si chiama Evangelii Gaudium, ma non è tanto originale, è un po’ un plagio. Io ho solo cercato di indicare la strada della Chiesa verso il futuro: una Chiesa in pellegrinaggio. E oggi il male più grande della Chiesa, il più grande, è la mondanità spirituale […]  peggio ancora del male dei Papi libertini. E questa mondanità spirituale dentro la Chiesa fa crescere una cosa brutta, il clericalismo, che è una perversione della Chiesa”.

C’è stato anche modo di parlare di qualcosa di più ‘privato’, dai suoi gusti musicali alla passione per il Tango, dai pochi ma fidati amici, di cui dice di non poter fare a meno, all’importanza del senso dell’umorismo.

“Ho degli amici che mi aiutano, conoscono la mia vita come un uomo normale, non che io sia normale, perché ho delle mie anormalità eh, ma sono un uomo comune con degli amici, di cui ho bisogno. Ed è uno dei motivi per i quali io non sono andato ad abitare nell’appartamento pontificio, perché i papi che c’erano prima erano Santi e io non me la cavo, non sono tanto Santo. Ho bisogno dei rapporti umani. […] La musica? È vero che ascolto musica, mi piacciono i classici, tanto. Anche il tango mi piace tanto. Lo ballo? Un porteño che non balla il tango non è un porteño”.

Quasi un’ora intensa con Papa Francesco e davvero da Teche Rai che rimarrà, spero, a lungo anche su RaiPlay, dove potete vederla on demand.