The Old Man su Disney+ un’intensa serie tv con Jeff Bridges e John Lithgow

Dopo i primi 2 episodi di mercoledì 28 settembre la serie prosegue con rilascio settimanale per i successivi 5 episodi

Arriva in streaming su Disney+ The Old Man una nuova serie tv in 7 episodi, scritta e creata da Jonathan E. Steinberg e Robert Levine, basata dal romanzo omonimo di Thomas Perry. gli executive producer di The Old Man sono Warren Littlefield, Steinberg, Dan Shotz, Levine, Jeff Bridges, David Schiff e Jon Watts, che ha anche diretto i primi due episodi. La serie è prodotta da 20thTelevision in associazione con The Littlefield Company. The Old Man può contare sulla forza dei veterani protagonisti: Jeff Bridges, tornato in tv dopo 50 anni, e John Lithgow dominano e meritano la visione della serie.

The Old Man, la trama

Al centro di The Old Man c’è Dan Chase, un uomo che vive nell’ombra da quando è scappato dalla CIA decenni fa. La sua tranquillità è spezzata dall’arrivo di un sicario che cerca di ucciderlo ma il vecchio agente è ancora in forma e riesce a scappare. Inizia così una fuga in giro per gli Stati Uniti tra le varie identità che si è costruito nel corso degli anni. Intanto  il vicedirettore del controspionaggio dell’FBI Harold Harper è chiamato a dargli la caccia a causa del suo complicato passato con il ribelle fuggitivo. Al fianco di Harper ci sono la sua protetta Angela Adams e l’agente speciale della CIA Raymond Waters.

Quando catturare Chase diventa più complicato del previsto anche Julian Carson, un professionista delle forze speciali altamente addestrato, riceve l’incarico di arrestarlo. Mentre è in fuga, Chase affitta una stanza da Zoe McDonald, una donna sola, divorziata e con il figlio al college, la cui vita è stravolta dall’arrivo di quest’uomo misterioso e affascinante.

The Old Man, la recensione

Il “vecchio” o per dirla meglio all’inglese The Old Man (che sembra più affascinante ma è incarna lo stesso concetto) è una raffinata, elegante spy story che dimostra come per fare un action non c’è bisogno di essere giovani. Ma anche che c’è ancora spazio per fare serie tv adulte e senza particolari effetti speciali. Una serie costruita sulla forza dei suoi silenzi, in cui un movimento di un sopracciglio rappresenta un dialogo, in cui basta uno sguardo per comprendere il mondo interiore che si nasconde dietro gli uomini e le donne della serie. Personaggi che hanno un bagaglio di esperienze talmente carico e profondo che inevitabilmente torna a presentare loro il conto.

Dan Chase (se poi è davvero è il suo nome) pensava di poter trascorrere un’esistenza tranquilla e isolata, ma un suo vecchio nemico e la CIA, la pensano in modo diverso. Tra nuovi e vecchi alleati, l’uomo inizia una fuga per gli Stati Uniti attraverso le diverse identità che nel corso del tempo ha lasciato nelle varie città. Gli basta mettere un bel sorriso di circostanza per conquistare il suo interlocutore e convincerlo della bontà delle sue buone ragioni. Come con Zoe (interpretata dalla sempre brava e spesso sottovalutata Amy Brenneman), una donna sola, divorziata che soffre quella sindrome del nido vuoto e non ha più uno scopo nella vita, sedotta dal fascino misterioso di questo sconosciuto che gira con due cani, addestrati come spietati assassini. La controparte di Dan all’FBI è una sua vecchia conoscenza. Entrambi li ritroviamo giovani nei flashback che accompagnano la serie e dipanano quella vicenda del passato tornata a tormentare “i vecchi”.

Una spy story costruita sulle emozioni ancor prima che sull’azione e sul mistero. Sui ricordi e le sofferenze di chi ha vissuto tante cose nella propria vita ma non ha alcuna intenzione di mollare. Dan Chase è un cavaliere d’altri tempi, gentile e spietato a seconda dell’occasione, ma che non smetterà mai di proteggere le persone cui vuole (o ha mai voluto) bene. Un uomo che conosce la sofferenza, il dolore, la solitudine e sa come sfruttarli a proprio vantaggio. Una spia dai mille volti, che sa mimetizzarsi pur avendo tratti perfettamente riconoscibili. Una serie matura, consapevole del pubblico cui vuole rivolgersi. 

The Old Man, il trailer

The Old Man la lunga gestazione

La produzione di The Old Man è stata abbastanza lunga e complicata. Il progetto era stato ordinato nell’estate del 2019 con l’ingaggio di Jeff Bridges come protagonista. Subito dopo l’avvio delle riprese nei primi mesi del 2020, anche la serie, come tutto il resto del mondo, si è fermato per il Covid-19. Poche settimane dopo il ritorno sul set la produzione è stata nuovamente interrotta per l’annuncio della malattia di Jeff Bridges. L’attore infatti rivelò di aver scoperto di avere un linfoma e di dover sospendere ogni sua attività. Fortunatamente nel corso del 2021 l’attore è entrato in remissione ed è potuto tornare sul set completando così le riprese della serie.

The Old Man, il cast

Il protagonista della serie è interpretato da Jeff Bridges mentre John Lithgow è la sua controparte, Amy Brenneman interpreta Zoe McDonald una donna che finisce quasi per caso lungo la strada del protagonista.

Jeff Bridges è Johnny Kohler/Dan Chase
John Lithgow è Harold Harper
Amy Brenneman è Zoe McDonald
E.J. Bonilla è Raymond Waters
Bill Heck è Belour Hamzad
Alia Shawkat è Angela Adams
Gbenga Akkinagbe è Julian Carson

The Old Man, dove vedere la serie tv in streaming

La prima stagione di The Old Man è disponibile su Disney+ in streaming con i primi due episodi rilasciati mercoledì 28 settembre 2022 e gli altri 5 che saranno rilasciati settimanalmente. Per vedere Disney+ è necessario avere un abbonamento attivo, la piattaforma si può vedere via browser, app, Smart Tv, Sky Q e Sky Glass, chiavette per la trasmissione internet.

The Old Man, quante puntate sono

La prima stagione di The Old Man è composta da 7 episodi che hanno una durata tra i 50 e 70 minuti.

The Old Man 2 ci sarà?

The Old Man 2 si farà. Lo scorso giugno la serie tv è stata rinnovata da FX per un secondo ciclo di episodi dopo i buoni riscontri di pubblico del primo episodio. Infatti la premiere di stagione nei dati sui primi 3 giorni di trasmissione, è risultata la migliore dal gennaio 2021, superando altri 60 canali cable.