Il Collegio: un docu-reality talmente cult che può permettersi anche di apparire finto

La prima puntata della quinta edizione de Il Collegio, docu-reality in onda su Rai 2, in tempo reale su TvBlog.

Il Collegio è il programma televisivo degli anni ’10-’20 che, più di tutti, ha saputo e sa intercettare il pubblico di giovanissimi e adolescenti, particolarmente refrattari ai richiami della televisione classica (per ovvie ragioni anagrafiche), e ampiamente abituati, ormai, a fruire i contenuti, a loro indirizzati, in altri molteplici modi.

Senza scadere nella sociologia improvvisata, è lecito affermare che gli adolescenti e i teenager della Generazione Z sono facilmente e difficilmente convincibili, allo stesso tempo: la superficialità e la banalità dei gusti di gran parte di loro, ad esempio, di primo acchito, porterebbero a pensare che possa essere sufficiente il minimo indispensabile per assecondarli.

Due esempi recenti, però, ci smentiscono in pieno: Sfera Ebbasta non è riuscito a portare i suoi svariati milioni di fan a X Factor, reduce da un’edizione flop, mentre a The Voice of Italy, non sono bastati Elettra Lamborghini e Guè Pequeno per farlo decollare definitivamente.

La superficialità, in questo caso, può anche essere sinonimo di assenza di capacità o voglia di approfondire, di soffermarsi su qualcosa o di dare la possibilità a qualcosa di essere visto: in breve, gli adolescenti della Generazione Z (non tutti, ovviamente, non generalizziamo) sono un pubblico sfuggente, volendo anche distratto, sicuramente difficilmente decifrabile.

Non ci sono regole: non basta portare l’influencer in prima serata (il film su Chiara Ferragni, l’esempio più fresco) o portare, magari, in chiave futura, la trap sul palco del Teatro dell’Ariston per domare i giovanissimi. Non è così semplice.

In assenza di norme, tutto può essere semplicemente o semplicisticamente bollato come fenomeno spontaneo o frutto di un tam-tam costante sui social. D’altronde, Il Collegio è esploso con la terza edizione, valorizzato dalla gestione Freccero del 2019 che ne volle ben due edizioni in un anno solare.

Il Collegio funziona perché sta regalando ai giovanissimi il sogno, o l’illusione, di diventare popolari senza avere un talento effettivo, un po’ come avvenne nei primi anni 2000 con il Grande Fratello.

L’ultima decade ha posto alla nostra attenzione nuove figure professionali che non sarebbe giusto ignorare a prescindere: creator, youtuber, influencer, tik-toker. Chi approfondisce, ovviamente, poi, ha tutto il diritto di notare la vacuità più assoluta in tutto ciò o, magari, di restarne anche affascinato.

Un altro fatto da sottolineare è che il passaggio da social alla tv non funziona quasi mai, proprio perché il personaggio nato sul web si ritrova dinanzi all’ingombrante ostacolo di convincere un pubblico più trasversale, magari anche poco avvezzo ai social, mentre, invece, il percorso inverso, dalla tv ai social, appare sicuramente più facile.

Se chi usciva dal GF, inoltre, doveva necessariamente dimostrare di essere capace a fare qualcosa (tutto inutile se poi, dopo 20 anni, ancora ti etichettano come “quella del Grande Fratello”…), chi esce dal Collegio, semplicemente, vive di rendita su Instagram.

Il sogno, quindi, è ancora più allettante e consiste proprio in questo.

Parlando di età delicate, ovviamente, l’augurio è che la serenità dei ragazzi venga salvaguardata e che l’ambizione non si tramuti in ossessione, come in Reality di Matteo Garrone.

Il Collegio, però, ha successo perché mette a disposizione un sogno, all’apparenza, semplice.

È cult perché tutti possono immedesimarsi nei protagonisti che hanno sicuramente la dote di essere spigliati davanti alla telecamere e il merito di possedere caratteristiche che permettono loro di spiccare rispetto ad altri coetanei (un plauso a chi li ha scelti). Non c’è la mancanza di talento assoluta, quindi…

Con il registro del docu-reality, azzeccato anche perché l’unico possibile, Il Collegio è talmente cult da potersi anche permettere il lusso di apparire finto (lo storytelling è fin troppo efficace e si fa fatica a percepire gli eventi come naturali) perché non è lì che si focalizza l’attenzione.

I ragazzi da casa si immedesimano negli studenti ma anche i loro genitori possono rispecchiarsi in alcune situazioni quindi Il Collegio è anche un programma, a suo modo, traversale.

Senza dimenticarci, ovviamente, di tutto ciò che è emblematico nel programma, quei dettagli che ne rafforzano l’identità (i personaggi, i rituali come il taglio dei capelli…), perché si vede che Il Collegio è realizzato da persone che conoscono la materia televisiva.

Nonostante ciò, non è da escludere che il boom de Il Collegio possa essere stato casuale perché le variabili aleatorie sono davvero tante.

La Generazione Z, però, l’ha eletto come proprio programma cult e questo è sufficiente.

21:35 Inizio trasmissione. La quinta edizione inizia con un riassunto degli eventi che caratterizzarono gli inizi degli anni ’90. L’obiettivo dei ragazzi è quello di superare gli esami di terza media del 1992. Giancarlo Magalli: “Benvenuti nei favolosi anni ’90”. Iniziano le presentazioni: Aurora, 17enne di Savona appassionata di rap, è “carica a bomba”.

21:40 I cancelli del collegio si aprono sulle note di Sweet Harmony. Per ora, solo le ragazze, in presenza dei genitori, fanno il loro ingresso. Le ragazze incontrano il preside che presenta il nuovo collegio, il Collegio Regina Margherita di Anagni, e approfondisce gli eventi più importanti degli anni ’90.

21:45 Linda, 14enne di Ivrea che odia la scuola, si prende il primo rimprovero. Linda ha un rapporto conflittuale con i genitori. Il preside: “Ci saranno tanti test d’ingresso. Negli anni scorsi, ci sono state tante mele marce!”. Le ragazze salutano i genitori.

21:50 Giulia S., 14enne di Manfredonia, non ha paura di niente e adora stare al centro dell’attenzione. Le ragazze indossano una divisa provvisoria, consegnano gli “oggetti proibiti” e si recano nella loro camerata. Giulia ha a disposizione una stanza singola e si è portata addirittura un caciocavallo da casa. Le altre ragazze iniziano a nascondere i dolci nella camerata.

22:00 Le ragazze devono consegnare i cellulari e indossare la divisa provvisoria. Tra gli oggetti sequestrati, troviamo anche trucchi, piastre, lamette e dolci. Linda si rifiuta di togliersi un braccialetto e si commuove. Giulia M. la convince a consegnarlo. Giulia S., invece, decide di consegnare il caciocavallo. Sofia è una 15enne di Pesaro che parla molte lingue: “A me studiare viene facile”.

22:05 Rebecca ha il mito della Ferragni. Maria Teresa, invece, è riuscita a nascondere il proprio piercing al naso. Iniziano i test di ammissione: il primo è un test psico-attitudinale. Le ragazze incontrano per la prima volta il prof. Maggi e la prof.ssa Petolicchio. Aurora: “Ma chi li ha mai ascoltati gli 883?”. E li offende pure!

22:10 Maria Teresa è una 14enne di Genova che porta capelli cortissimi come ripicca verso i canoni di bellezza imposti dalla società. La seconda prova è un test di logica, individuale, e le ragazze non possono confrontarsi. Rebecca e Luna cercano suggerimenti. Il professor Maggi è inflessibile e strappa il foglio delle domande a Luna.

22:15 Usha piange perché teme di non aver passato il test e viene consolata. Inizia la correzione dei compiti. Ylenia è la prima a conquistare la divisa. Anche Giulia M., Sofia e Aurora passano il test. Le altre ragazze non hanno convinto il corpo docenti.

22:20 Gli insegnanti elencano gli errori “raccapriccianti” commessi dalle ragazze che restano, quindi, “sotto osservazione”. Giancarlo Magalli ricorda il boom dei ristoranti etnici. In mensa, le ragazze mangiano cous cous alla marocchina che non viene apprezzato. Le ragazze sono deluse perché sono convinte che non ci saranno i ragazzi.

22:30 Il giorno dopo, la sveglia è traumatica. Le ragazze hanno poco tempo per prepararsi e per rimettere a posto la camera. Le ragazze festeggiano all’arrivo dei ragazzi. Bonard, 17enne di Zero Branco, è pronto a conquistarle tutte… Andrea, invece, è un 16enne all’antica, si veste elegante, odia la trap e vuole fare il politico.

22:35 Aurora è delusa dai ragazzi così come Luca è deluso dalle ragazze. Bonard, invece, ne ha già puntato una… Discorso di benvenuto anche per i ragazzi. Tra i ragazzi, c’è anche il fratello di Usha, Rahul. Giordano è un 17enne di Roma che ha l’obiettivo di diventare un professore: “L’ignoranza mi dà fastidio”. Anche i ragazzi salutano i genitori. Andrea viene ribattezzato “Cravattino”.

22:40 Mishel teneva nascosto un cellulare che salta fuori. Mishel cerca la solidarietà delle compagne ma Aurora non vuole assumersi la colpa di una cosa che non ha fatto. La sorvegliante cerca la colpevole. Aurora è l’unica a dire che il cellulare non è suo però non fa nomi. Filmato di presentazione per Mishel, modella di 16 anni.

22:45 Il preside punisce Mishel: per conquistare la divisa, dovrà impegnarsi il doppio e dovrà anche preparare i letti ai ragazzi. Andrea, grazie alla sua eleganza, conquista la stanza singola. Anche i ragazzi indossano la divisa provvisoria. Andrea è l’unico a gradire.

22:50 Giancarlo Magalli parla della moda del grunge. Alessandro è un 16enne che pratica volontariato ed è molto religioso. Nel collegio, Alessandro ha portato una pizza vecchia di due giorni…

23:00 Alessandro, oltre alla pizza, ha portato altre mille cianfrusaglie. Alessandro: “Sono stato bullizzato perché parlavo con le verdure. Portavo un peperone a passeggio…”. Anche Marco ha tentato di nascondere un cellulare. Giordano è molto indisponente con il sorvegliante ed è costretto a chiedere scusa. Luca L. ammette ingenuamente che tutti i ragazzi hanno nascosto qualcosa in camera. Luca, quindi, viene costretto a raccogliere tutti gli oggetti. Se verrà trovato qualcos’altro, sarà lui ad andarci di mezzo.

23:05 Bonard, che è un calciatore, è convinto che Gullit abbia giocato nell’Inter. Anche i ragazzi vengono sottoposti al test psico-attitudinale. Bonard è convinto anche che Roberto Baggio sia un poeta… Marco, invece, non conosce Julia Roberts.

23:10 Giordano non si esprime durante il test psico-attitudinale e la cosa dà fastidio ai professori. Poco dopo, test individuale anche per i ragazzi. Le ragazze, però, invadono la classe durante il compito e arrivano gli inevitabili provvedimenti disciplinari. Andrea è in difficoltà con il test.

23:15 I ragazzi e le ragazze hanno l’opportunità di incontrarsi e di conoscersi meglio. Filmato di presentazione per i fratelli Teoli, di origini indiane. Rahul e Usha sono stati adottati e hanno un passato difficile alle spalle. Bonard si è già innamorato di Mishel. Sofia e Andrea, invece, è la coppia decisa “a tavolino” dalle ragazze.

23:20 Tornando ai test, tutti i ragazzi hanno avuto problemi con il passato remoto. Luca Z., Andrea, Bonard, Rahul e Alessandro conquistano la divisa. Gli atteggiamenti indisponenti di Giordano continuano e il preside gli dà dell’arrogante.

23:25 I ragazzi sotto osservazione dovranno studiare la vita di Margherita di Savoia e viene consegnato loro un piccolo libro di 16 pagine. Giordano non ha la minima voglia di studiare. Luca L., poco dopo, rompe le doghe ad un letto. Bonard tenta un primo approccio con Mishel.

23:30 Il giorno dopo, arriva il momento dell’interrogazione decisiva. Luca L. e Mishel hanno praticamente fatto scena muta. Linda, invece, ha fatto un’ottima figura.

23:35 L’interrogazione di Davide non è andata bene. Giulia S., invece, risolve tutto con la sua parlantina. Giordano è pessimista ma risponde a qualche domanda. Maria Teresa esce dall’aula, arrabbiata e delusa.

23:40 Filmato di presentazione per Marco, 16enne di Roma. Linda è stata la migliore nell’interrogazione ed è la prima a prendersi la divisa. Seguono tutti gli altri tranne Mishel, Luca L., Davide e Rebecca. I ragazzi festeggiano: Rebecca va in crisi e vuole chiamare sua madre ma viene tranquillizzata.

23:45 Mishel e Luca L. devono lasciare il collegio non tanto per l’interrogazione ma per i loro comportamenti. Luca L. lascia il collegio, rispondendo male al preside. Mishel in lacrime. Aurora si arrabbia per le due espulsioni e organizza una rivolta. Il preside accetta di confrontarsi con Aurora e Rahul ma è irremovibile.

23:50 Il preside minaccia di espellere anche Aurora e Rahul e i due ragazzi si arrendono. Bonard è deluso perché non ha potuto conoscere Mishel. La classe ora è al completo e i ragazzi si divertono nella sala relax. Tutti tranne Bonard… Rahul, invece, si è innamorato di Ylenia. Alessandro fa yoga. Il giorno dopo, i ragazzi si risvegliano con una lezione di educazione fisica. Luca Z.: “Lo sport fa schifo”.

23:55 Bonard non riesce a seguire la lezione perché è ancora depresso per l’addio di Mishel. La prof. Gottlied si arrabbia e lo spedisce dal preside. Piccola punizione per lui. I ragazzi conoscono il prof. Chingari, insegnante di musica che procede con una lezione su Luciano Pavarotti.

00:00 I ragazzi devono cantare ‘O sole mio. La più brava è Luna. Poco dopo, arriva il momento della prima lezione di matematica con la prof. Petolicchio. La lezione di statistica è noiosa e i ragazzi sbadigliano. Luca: “La matematica è inutile”.

00:05 Marco tenta di sabotare la lezione. La professoressa lo spedisce fuori. Marco: “Io voglio fare l’attore”. Poco dopo, arriva il momento della lezione di italiano con il prof. Maggi che propone ai ragazzi di arricchire il loro lessico con nuovi vocaboli. La traccia del primo tema riguarda il coraggio e la paura e contiene una citazione di Giovanni Falcone.

00:10 Nel suo tema, Bonard ha parlato dei suoi problemi con il cibo che ha avuto in passato. Aurora si commuove, parlando della difficoltà di vivere con il pregiudizio costante delle persone. Anche Sofia piange, leggendo il proprio tema con il quale ha parlato di alcuni problemi vissuti in famiglia.

00:15 Con il suo tema, Rahul ha raccontato la propria storia e, quindi, anche quella della sorella Usha. La prima settimana al collegio volge al termine. In aula magna, il preside annuncia i migliori studenti della settimana: Sofia e Andrea. I peggiori, invece, sono Rebecca e Marco. Nella prossima puntata, gli studenti dovranno adeguare il loro taglio di capelli. La prima puntata termina qui.

La presentazione

Il Collegio è un docu-reality di Rai 2, in onda ogni martedì sera a partire dalle ore 21:20, con Giancarlo Magalli nel ruolo di narratore.

Le anticipazioni della prima puntata

Da questa sera, martedì 27 ottobre 2020, avrà inizio la quinta edizione de Il Collegio, il docu-reality diventato un programma cult tra i giovanissimi che, quest’anno, sarà ambientato nel 1992.

21 nuovi studenti, quindi, avranno l’occasione di vivere nell’anno in cui molti dei loro genitori hanno frequentato e vissuto il periodo della scuola, in una nuova location, il Collegio Regina Margherita di Anagni.

Giancarlo Magalli tornerà a ricoprire il ruolo di narratore.

Com’è noto, gli studenti vivranno quest’esperienza senza cellulare e senza genitori e dovranno obbedire e seguire le indicazioni del preside, dei sorveglianti e del corpo docente.

Nella prima puntata, i futuri collegiali dovranno superare diverse prove di ammissione per essere ammessi al collegio. Alcuni di loro non ce la faranno e dovranno abbandonarlo subito.

Durante la lezione d’italiano del professor Maggi, inoltre, i ragazzi cominceranno a raccontarsi e a conoscersi e, una volta iniziata l’avventura, dovranno, come sempre, adeguare il loro taglio di capelli.

Gli studenti della quinta edizione de Il Collegio sono Alessandro Andreini (16, San Giovanni in Marignano – RN), Linda Bertollo (14, Ivrea), Sofia Cerio (15, Pesaro), Maria Teresa Cristini (14, Sant’Olcese – GE), Marco Crivellini (16, Roma) – Bonard Dago (17, Zero Branco – TV), Andrea Di Piero (16, Fiuggi – FR), Giordano Francati (17, Roma), Mishel Gashi (15, Calolziocorte LC), Ylenia Grambone (16, Vallo della Lucania – SA), Alessandro Guida (15, Civitavecchia RM), Luca Lapolla (15, Prato – PO), Giulia Matera (15, Salerno), Rebecca Mongelli (15, Sesto Fiorentino FI), Aurora Morabito (17, Savona), Giulia Maria Scarano (14, Manfredonia FG), Luna Scognamiglio (17, Vietri sul mare – SA), Rahul Teoli (15, Piombino – LI), Usha Teoli (17, Piombino LI), Davide Vavalà (16, Bologna) e Luca Zigliana (15, Zanico – BG).

I professori sono Maria Rosa Petolicchio (Matematica e Scienze), Andrea Maggi (Italiano), Luca Raina (Storia e Geografia), Valentina Gottlied, (Educazione motoria), David Wayne Callahan (Inglese), Alessandro Carnevale (Arte), Paolo Bosisio (Preside), Carmelo Trainito (Breakdance), Roberta Barbiero (Storia e Geografia), Carlo Santagostino (Informatica), Patrizio Cigliano (Recitazione), Marco Chingari (Canto) e Roberta Sette (Educazione sessuale).

I sorveglianti sono Lucia Gravante e Massimo Sabet mentre il bidello è Enzo Marcelli.

Il Collegio: dove vederlo

La prima puntata de Il Collegio andrà in onda su Rai 2 a partire dalle ore 21:20.

Per quanto riguarda lo streaming, il programma è visibile sul sito Rai Play.

La puntata intera sarà successivamente disponibile sempre sul sito Rai Play, nella sezione Guida Tv/Replay.

Il Collegio: Second Screen

Il Collegio è presente sul web con una sezione a parte sul sito di Rai Play.

Il docu-reality si può trovare anche su Facebook con la pagina ufficiale di Rai 2.

Il programma è presente anche su Twitter con l’account ufficiale di Rai 2. L’hashtag con il quale sarà possibile commentare la puntata è #ilcollegio.

Il Collegio è presente anche su Instagram sempre con il profilo ufficiale di Rai 2.

Per quanto riguarda il liveblogging, infine, l’appuntamento è su TvBlog, magazine di Blogo, a partire dalle 21:20.

I Video di TvBlog