Gigi & Ross, CC Zap ricorda troppo Paperissima Sprint

Il duo comico commenta clip tratte dal web, ma la sensazione è che siano sprecati in un contesto del genere

Davvero un peccato che Gigi & Ross sprechino il loro talento con un programma come CC Zap. Da mercoledì alle ore 22 il duo comico è tornato su Comedy Central con un programma nel quale commentano in maniera ironica i filmati tratti dal web. Praticamente Paperissima (o meglio, Paperissima Sprint), anche se negli anni il canale Viacom ha proposto molte trasmissioni di questo tipo.

Chiuso in maniera ingiusta il godibilissimo Sbandati su Rai2 e lasciato Made in Sud sulla stessa rete (che al momento non verrà riproposto), la coppia di comici campani attualmente si dedica maggiormente ai tour, mentre sul piccolo schermo è rimasta fedele a Comedy Central, canale al quale devono molto della loro carriera. D’altronde, Made in Sud ha mosso i primi passi proprio su quel network con la loro conduzione.

Nonostante l’estrema semplicità del format, la coppia in 24 minuti di puntata cerca con il massimo della professionalità di intrattenere il telespettatore come può, senza farlo sprofondare nella noia. Un compito davvero molto difficile, al limite dell’impossibile. Il commento è molto stile Gialappa’s: merita una menzione “il premio Andy Ualler‘, mirabile gioco di parole per indicare quando il malcapitato dell’incidente proposto si fa male ai genitali. La sensazione complessiva è che comunque i due meritino di più.

Per il resto, i filmati anche se proposti dal web sono gli stessi che abbiamo visto a ripetizione all’interno di Paperissima Sprint: cadute più o meno spettacolari dalla bici di adulti o bambini, mosse infelici di karate, animali che litigano con altri animali, animali (soprattutto primati) che litigano con esseri umani, golf sincronizzato, tuffi all’indietro da rivedere, signore che vanno a fare la spesa nel bel mezzo di un’inondazione trasportate dal fango che centrano un palo.

Naturalmente, di fronte a un programma del genere, resta il dilemma se sia opportuno proporre o meno il filmato di di una donna che becca un palo mentre viene trasportata dal fango in un’inondazione. Con un tappeto musicale più cupo, potrebbe sembrare benissimo un servizio di Pomeriggio Cinque.