Focus ascolti 2020: Rai 1 leader e con Rai 3 uniche reti in crescita

I dati di ascolto dell’anno solare 2020 delle reti generaliste italiane ed il confronto con l’anno precedente

di Hit

E’ un 2020 dolce –televisivamente parlando- quello che sta per terminare per Rai1 e per Rai 3,  unici due canali generalisti che risultano essere in crescita rispetto al 2019.  Proseguono i bilanci di fine anno qui su Tv Blog nella nostra speciale rubrica di Focus ascolti ed oggi andiamo a vedere i dati di ascolto nel totale giornata e nelle singole fasce delle reti generaliste italiane dell’anno solare che sta per terminare, facendo anche un confronto con i numeri dell’anno precedente. Un anno che ha visto un incremento di oltre due milioni di persone davanti al piccolo schermo in prime time. La riscossa della tv generalista, complice la situazione sanitaria che abbiamo vissuto e che ci ha obbligato a stare di più a casa. I dati ci dicono di un incremento degli ascolti dell’11% nel giorno medio e del 9% in prime time, con crescite maggiori per le fasce del mattino e del mezzogiorno. Aumenta anche la fruizione della tv da parte dei giovani fra i 15 ed il 24 anni dell’ordine del 15%. Aumentano anche i laureati e i lavoratori autonomi, oltre che ai quadri dirigenziali ed i motivi di tutto ciò sono facilmente intuibili e legati alla situazione che siamo stati costretti a vivere in questo traumatico e drammatico 2020 che finalmente sta per terminare. La tv insomma sta tornando ad essere una specie di “macchina della verità”, una sorta ti cartina di tornasole,  visto che i social network, per loro natura, ospitano pareri di tutti, anche quindi di persone che non hanno nessuna credibilità. In tutto questo, come detto Rai1, la tv generalista per antonomasia, è quella cresciuta di più, merito al direttore Stefano Coletta, che è riuscito a mettere in piedi una programmazione fatta per larga parte durante i mesi terribili della scorsa primavera e non solo quelli, da repliche, riuscendo a sintonizzare i programmi in diretta del day time con le esigenze del pubblico costretto a casa e alla ricerca di informazioni quanto più corrette possibili. Non è un caso che le “dirette comuni”, messaggi del premier Conte in primis, raccoglievano la maggior parte dell’audience proprio su Rai1, nonostante fossero in onda su tutte le reti. Cosa questa per altro che capita anche in altre occasioni, per esempio con il Messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica in onda stasera. Ma veniamo ora ai numeri di questo anno solare 2020 che sta terminando.

Partiamo ovviamente dal canale più visto del 2020 che risulta essere Rai1 con una media nel totale giornata del 16,44% di share e un incremento dello 0,10% rispetto all’anno precedente. Abbiamo poi al secondo posto la rete ammiraglia di casa Mediaset che ottiene una media del 15,05% di share, Canale 5 però scende dello 0,43% di share rispetto all’anno prima. Come dicevamo nel titolo la rete l’unica rete, insieme a Rai1, in crescita rispetto al 2019 risulta essere Rai 3 che con una media del 6,93% di share sale dello 0,12% di share rispetto al 2019. Quarto posto di questa nostra classifica per Rai2 che ottiene una media del 4,95% di share, in calo dello 0,63% di share rispetto all’anno prima.

Al quinto posto troviamo Italia 1 che è vicinissima a Rai 2 ottenendo una media del 4,75% di share, in calo dello 0,11%, mentre sesta è Rete 4 con una media del 3,8% di share, in calo dello 0,15% di share, settima piazza poi per La7 con una media del 3,4% di share, in calo dello 0,27% rispetto all’anno precedente. Le uniche reti dunque in crescita rispetto al 2019 sono Rai 1 e Rai 3.

Nell’analisi delle singole reti per Rai1 vediamo un balzo in avanti nella fascia pomeridiana dello 0,70% di share, mentre cede circa lo 0,30% di share nella fascia mattutina. Stabile nel preserale dove conferma la leadership e leggera crescita in prima serata, quantificabile nello 0,10% di share grazie ai Soliti ignoti. Canale 5 cede proprio lo 0,10% di share nel prime time, ma la fascia in cui ha un deciso calo è quella del pomeriggio con quasi 2 punti e mezzo di share in meno rispetto al 2019. Calo poi dello 0,77% nel preserale e dello 0,35% nel mezzogiorno. Buone notizie in seconda serata con un incremento dello 0,65% di share, grazie ovviamente alle tante serate occupate dal Grande fratello vip e dai programmi di intrattenimento in genere.

Rai 2 è la rete che cala di più rispetto al 2019 con il calo maggiore nel pomeriggio, dove cede un punto e mezzo di share. Cali di un certo peso anche nella fascia del mattino e del mezzogiorno nell’ordine dello 0,70% di share, mentre in prime time il calo si ferma allo 0,20% di share. Rai 3 cresce molto nella fascia del mattino con un più 0,70% di share e nel preserale con un più 0,90%. Cali limitati nelle fasce del prime time e della seconda serata attorno allo 0,30% di share.

Passiamo a Italia 1 che cala un po’ in tutte le fasce nella misura dello 0,10% di share, mentre Rete 4 cede di più nella fascia del mattino (meno 0,60% di share) e in quella del mezzogiorno (meno 0,42% di share). La 7 accusa i cali più importanti nelle fasce del primo mattino e del mattino, mediamente attorno allo 0,60% di share, mentre il resto della giornata è più o meno stabile rispetto al 2019.

Per quel che riguarda le altre reti il dato del totale giornata si fissa al 44% di share, con un incremento di due punti e mezzo rispetto al 2019. Le crescite pi importanti sono nella fascia del mattino con più tre punti e mezzo ed in quella del pomeriggio con un incremento di quattro punti e mezzo rispetto all’anno scorso. Crescite anche in prima e seconda serata nell’ordine di quasi 2 punti di share.

I Video di TvBlog