Analisi Auditel della serata di martedì 28 dicembre 2021

L’analisi Auditel e l’andamento degli ascolti della serata di ieri

di Hit

Meraviglie su Rai1 di Alberto Angela non bissa il successo di Stanotte a Napoli, praticamente pareggiando con il film Sissi diffuso da Canale 5. Molto bene per lo show da Rai1 diffuso da Rai2 Un’ora sola vi vorrei che precede l’ottimo riscontro dello Speciale delle Iene sul giallo di Ponza che poi comanda in seconda serata.

Ma andiamo con ordine e vediamo insieme l’analisi della serata di ieri parlando come sempre  della sfida del Tg delle ore 20 e con la curva blu del Tg1 che è  al comando raggiungendo la soglia del 25% di share e con la curva arancione del Tg5 che scorre fin verso la soglia del 21% di share,  mentre la curva nera del Tg La7 arriva e si ferma al 5% di share. Abbiamo poi  la curva rossa del Tg2  delle 20:30 che tocca la soglia del 7% di share.

L’access time vede in testa la curva blu di Rai1 con il gioco a premi Soliti ignoti il ritorno, curva questa che tocca il 24% di share, mentre la curva arancione di Striscia la notizia è seconda e si posiziona nel corridoio che va dal 15 al 20% di share arrivando al 23% in solitaria. Seguono appaiate le curve di La7 e Rai3 fin verso il 7% di share.

Prima serata con la curva blu di Rai1 al comando con Meraviglie, curva questa che parte al 18% di share, per poi scendere di un punticino, superata strada facendo dalla curva arancione di Sissi su Canale 5. Molto bene su Rai2 il varietà (alla Rai1) Un’ora sola vi vorrei che sfiora il 10% di share e 2 milioni di telespettatori, quindi subito a seguire lo Speciale Iene sul giallo di Ponza che poi in seconda serata guadagna la leadership toccando il 15% di share.

Seconda serata come detto con la leadership della curva di Italia 1 con lo Speciale Iene, seguita dalla curva blu di Rai1 con Overland 22. La curva rossa  del nuovo varietà di Rai2 Bar stella, che parte attaccato a Brignano per sfruttarne la scia, cala fin verso il 5% di share, per poi risalire di un paio di punti (con il calo della platea televisiva)  partendo da un milione e mezzo di telespettatori lasciati in eredità da Brignano, per chiudere poi a 500 mila teste alle 24:35.