Il re della rissa tv Vittorio Sgarbi contattato per l’Isola 6?

Nell’ultimo numero di Sorrisi è stato segnalato Vittorio Sgarbi come nome “richiesto” nel ruolo di possibile concorrente dell’Isola dei Famosi 6. Un personaggio difficile da pensare come disponibile per progetto reality da protagonista, un sospetto molto meno papabile rispetto ai numerosi “Vip da reality” proposti da Lord Lucas in questi giorni.La conferma arriverebbe dallo stesso

di aleali,

Vittorio SgarbiNell’ultimo numero di Sorrisi è stato segnalato Vittorio Sgarbi come nome “richiesto” nel ruolo di possibile concorrente dell’Isola dei Famosi 6. Un personaggio difficile da pensare come disponibile per progetto reality da protagonista, un sospetto molto meno papabile rispetto ai numerosi “Vip da reality” proposti da Lord Lucas in questi giorni.

La conferma arriverebbe dallo stesso Vittorio che ha dichiarato:

“Me lo hanno proposto. La mia risposta? Semplice: ho detto loro che ogni uomo ha un prezzo”.

La cifra che proporrebbe il critico d’arte meno diplomatico della tv per accettare la proposta sarebbe di due milioni di euro. Vittorio Sgarbi, ex assessore alla cultura di Milano, con ricorsi in atto per l’allontanamento dal suo ruolo a sua detta ingiustificato, è oggi candidato sindaco di Salemi, comune della provincia di Trapani, e sarà al ballottaggio il prossimo 29 e 30 giugno per guidare il comune siciliano. Tra l’altro con qualche strascico acceso, non ultimo la partecipazione in occasione di un suo comizio di Patrick Ray del Grande Fratello 4 e Alba Parietti.

Nonostante tutto, forse per gioco forse no, si auto candida per una situazione televisiva che lo vedrebbe protagonista:

“Mi piacerebbe fare una cosa anti-Bonolis. Ho già in mente il titolo: ‘Il dissenso della vita’”.

E giusto per essere ancora più ironici, alla provocazione su una sua candidatura per la conduzione di Affari Tuoi dice:

“Questa sì che è un’ottima idea”.

L’uomo più conosciuto della tv per le sue liti furibonde, quello che in ordine sparso e forse con qualche omissione “alzò i toni” con Mike Bongiorno a Telemike, contro Alessandro Cecchi Paone a Markette, con Rocco Casalino a Buona Domenica, contro il Trio Medusa in più servizi de Le Iene, contro Marco Travaglio ad Annozero, con Alessandra Mussolini a “La pupa e il secchione” e con Roberto D’Agostino a “L’istruttoria” di Ferrara del ’91, checché faccia politica, di certo non nasconde un grosso e costante interesse per il mondo televisivo.

Chissà cosa succederebbe (ad ogni livello) se davvero la sua partecipazione all’Isola potesse trasformarsi in realtà.