Analisi Auditel: Lucignolo 2008

Lucignolo, il lato hot di Italia1. Partito nel 2003, come una sorta di spin-off di Studio Aperto si è creato nel corso delle sue edizioni una identità ben definita, confermata anche nell’attuale in onda, targata Videonews. E se l’habitat ideale del programma sembrava essere la seconda serata, Lucignolo non smette di osare nemmeno da quando

di Hit

Melita Toniolo a Lucignolo Italia 1
Lucignolo, il lato hot di Italia1. Partito nel 2003, come una sorta di spin-off di Studio Aperto si è creato nel corso delle sue edizioni una identità ben definita, confermata anche nell’attuale in onda, targata Videonews. E se l’habitat ideale del programma sembrava essere la seconda serata, Lucignolo non smette di osare nemmeno da quando è arrivato in prima serata dedicandosi in primis alla Bellavita. Nella scaletta del programma c’è spazio per un po’ di tutto, il menù non manca mai di calendar girls e calciatori in vacanza, di scandali e trasgressioni. E se inizialmente a Lucignolo bastava osare, ora diventando grande vuole anche creare.

Ed ecco quindi nascere all’interno del programma Diavolita, la caricatura neanche troppo fittizia della provocante Melita Toniolo (nella foto di apertura). Un personaggio che pare funzionare, ma che rischia di diventare la vera anima del programma. Questa nuova edizione sotto l’egida della struttura diretta da Claudio Brachino sa catturare l’interesse di 14.068.000 telespettatori che si sono sintonizzati per almeno un minuto nella puntata di lunedi scorso, quella presa in esame dai nostri grafici contenenti le curve dello share minuto per minuto. Partendo dal grafico relativo al totale individui, notiamo come dopo il picco durante “Veline” del 33%, la serata ci presenta un rimbalzo, quasi costante per tutto il prime time delle curve blu di Raiuno ed arancione di Canale 5, ma con la curva azzurra di Lucignolo spesso posizionata appena sotto quelle delle due reti ammiraglie.

Una curva fatta di molti picchi verso l’alto e verso il basso, segno del frenetico zapping del pubblico alla ricerca del servizio preferito. Segnalo il picco di quasi il 20% intorno alle 23:20; da segnalare inoltre come in seconda serata faccia molto bene la curva gialla di Rete 4 con il film “Moll Flanders”. Fra i target presi in considerazione, molto bene per Lucignolo quello dei 15-24 anni con una curva quasi costantemente al primo posto, con picchi del 35% che rimbalzano con la rete sorella Canale 5. Un ping pong che dura tutta la serata e che termina a favore della rete diretta da Massimo Donelli, solo al termine del programma di Italia 1. Non molto differente il discorso per il target 25-44 anni, attratto dai servizi di Lucignolo prevalentemente durante i neri pubblicitari di Canale 5 e viceversa. Anche qua molto bene in seconda serata la curva gialla di Rete 4.

Nel grafico successivo, quello con le curve relative al target 45-64 anni, assistiamo ad un livellamento di tutte le curve entro le corsie 10-20%, ma con dei picchi quasi clamorosi per Rete 4 nel finale del lungometraggio del suo ciclo “I Bellissimi”, un 35% secco davvero ottimo. Nel target 65+, come di consueto molto bene la curva verde di RaiTre di “Chi l’ha visto” che viaggia quasi stabilmente sul 25%, con Superquark subito sotto, qui pessimo risultato per la curva azzurra di Lucignolo che si blocca attorno al 5%. Anche in questo target segnaliamo l’ottimo successo della curva gialla di Rete 4 in seconda serata che con il suo film raggiunge ottimi livelli fin verso il 30% ed oltre.

I Video di TvBlog