Donna Detective vince come miglior serie TV al Festival di Mosca

Donna Detective varca i confini italiani e vince al Festival di Mosca. La serie prodotta in collaborazione con RaiFiction da Endemol Italia e diretta da Cinzia Th Torrini (regista tra gli altri di Elisa di Rivombrosa e Don Gnocchi) ha infatti ricevuto il premio come miglior serie televisiva al “Detective Fest Law & Society”, la

di share

Donna Detective
Donna Detective varca i confini italiani e vince al Festival di Mosca. La serie prodotta in collaborazione con RaiFiction da Endemol Italia e diretta da Cinzia Th Torrini (regista tra gli altri di Elisa di Rivombrosa e Don Gnocchi) ha infatti ricevuto il premio come miglior serie televisiva al “Detective Fest Law & Society”, la kermesse incentrata sui film di stampo poliziesco e ai prodotti dedicati alla criminalità e alla polizia.

Il Festival di Mosca, tenutosi dal 16 al 20 aprile, è realizzato dalla società di produzione russa “Detective” e si avvale del contributo di importanti Enti Internazionali quali ONU, Consiglio d’Europa, AgAgenzia Federale della Cultura e Cinematografia, Agenzia Federale della Stampa e Mass Media, con il sostegno per l’informazione di: Novaya Gazeta, Parlamentskaya Gazeta, TeleCENTER, Moskovskaya Pravda, ITAR-TASS, Soldaty Rossii, Radio “Eho Moskvy”, TV company NTV, MK.

La serie Donna Detective, interpretata da Kaspar Capparoni e Lucrezia Lante della Rovere aveva ottenuto in Italia un ottimo successo di pubblico crescendo di puntata in puntata e arrivando nel finale a sette milioni e mezzo di telespettatori e il 28% di share. Protagonista della storia, era Lisa Milani, divisa tra la vita normale di madre di tre ragazzi, di moglie di un pediatra coinvolto in un caso di omicidio e soprattutto di ispettore di polizia specializzato in psicologia criminale.

Il successo delle sei puntate ha fatto sì che si mettesse da subito in produzione una nuova stagione come confermato a caldo da Massimo Del Frate, Responsabile Fiction e Direttore del Drama Department di Endemol Italia (sue tra l’altro le produzioni di Cento Vetrine, Vivere e Provaci ancora Prof):

Siamo molto contenti di questo premio e del successo di questa fiction prodotta insieme alla Rai, di cui stiamo già preparando la seconda serie. Questo giallo-poliziesco che, attraverso i vari casi di puntata , si è fortemente ispirato all’attualità, ha saputo affrontare i temi contemporanei della donna di oggi divisa fra senso del dovere e affetti familiari“.

Il genere giallo-rosa sta crescendo nell’interesse del pubblico, prova ne sono le tante serie che sono prodotte dalle varie case di distribuzione dedicate a storie che trattano argomento polizieschi infarciti da situazioni da commedia.

I Video di TvBlog