Fabio Volo torna 'in diretta' su Raitre (e lascia Radio Deejay)

Debutta, stasera alle 23.15 su Raitre, la seconda stagione di Volo in diretta (con tre appuntamenti settimanali al martedì, mercoledì e giovedì) il programma di Fabio Volo che, impreziosito dalla presenza femminile di Jane Alexander, svelerà i dietro le quinte e gli aspetti meno conosciuti dei luoghi simbolici di questo secolo, come i palazzi del potere statunitense, dalla Borsa di New York alla Federal Reserve:

L’anno scorso il programma è servito a farci conoscere dal pubblico di Rai3, che alla fine ci ha promosso. Abbiamo avuto ospiti illustri e abbiamo finito la stagione soddisfatti del lavoro fatto. Quest’anno cercheremo di essere più divertenti, inserendo nel programma più satira. Ci saranno anche degli inviati, oltre a me, per poter essere più sul territorio e nell’attualità. Abbiamo lavorato molto anche durante l’estate per preparare bene la nuova stagione e speriamo di fare bene e di riuscire a creare buone cose da condividere con chi ci guarderà, e andare poi a dormire con una buona sensazione.

Tra le nuove sfide dell'attore bresciano, inoltre, quella di una personalissima rilettura, dei Comizi d’amore pasoliniani, alla scoperta di come cambiano i costumi sentimentali e sessuali nel nostro tempo. Per la prima puntata si comincia con una domanda che Volo fa a se stesso: Cosa ho imparato mentre non eravamo in onda?. In sommario, poi, anche il debutto come inviato dello scrittore Paolo Nori, mentre l’ospite in studio è il regista Paolo Virzì. Ma la notizia del giorno è un'altra: l'addio del mattatore da Radio Deejay come confermato su Twitter:



Qualche giorno fa, Linus aveva ipotizzato (sul suo blog personale) che lo 'strappo' si fosse potuto ricucire in breve tempo:

Il futuro (radiofonico) di Fabio è solo nelle sue mani, ci siamo sentiti e scritti molto in questi giorni, continuare o meno o una scelta che spetta solo a lui. Sa che questa è casa sua e so che questa è l’unica casa che gli interessa. Poi ci sono tante altre sfumature che rendono il futuro (radiofonico) molto incerto. Abbiamo fatto quasi quindici anni insieme e, come si dice, l’amore non è bello se non è litigarello. Siamo due zucconi e ci siamo presi un po’ di volte, ma vuol dire che avevamo qualcosa da dire. Che abbiamo, spero.

Cosa sarà andato storto questa volta? Divorzio definitivo o separazione consensuale di breve durata?!

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail
15 commenti Aggiorna
Ordina: