Rockpolitik – Re-azione Ministeriale

Riportiamo qui le reazioni destra/sinistra, governo/opposizione, nero/rosso, al programma di Adriano Celentano che per adesso sembra aver messo sul chi vive più le stanze del potere che i telespettatori. Ma d’altronde l’interessamento ci sembra naturale.Mario Landolfi, Ministro delle Comunicazioni, fa sapere senza mezzi termini che quella di Celentano non sarebbe affatto una Rockpolitik, ma semplicemente

di maxrenn

Riportiamo qui le reazioni destra/sinistra, governo/opposizione, nero/rosso, al programma di Adriano Celentano che per adesso sembra aver messo sul chi vive più le stanze del potere che i telespettatori. Ma d’altronde l’interessamento ci sembra naturale.

Mario Landolfi, Ministro delle Comunicazioni, fa sapere senza mezzi termini che quella di Celentano non sarebbe affatto una Rockpolitik, ma semplicemente una “Rock ciofeca”. E aggiunge: “Ho visto un Celentano lento e strumentalizzato: sono contento di aver deciso di non aumentare il canone della Rai”.

Dall’altra parte, Sandro Curzi, giornalista e consigliere Rai, ci parla di un grandissimo esempio di tv popolare. Aggiungendo: “Spero e credo che gli ascolti confermeranno la bontà della decisione della Rai-Tv di investire su Celentano e di dargli piena autonomia autorale. Ma era chiarissimo, mentre ancora andava in onda Rockpolitik, che siamo riusciti a dare al pubblico uno dei più grandi esempi di televisione popolare che si siano visti in Italia”.

Ciofeca o Exemplum?