Grande Fratello 8: intervista a Carmela Orlando eliminata lunedì sera

Alessia Marcuzzi e Carmela Orlando
Lunedì sera è uscita dalla Casa del Grande Fratello Carmela, la madre della famiglia Orlando, moglie di Filippo (da noi già intervistato), e madre del superstite Fabio. Ci ha confidato che c'è stata, secondo lei, sin da subito la volontà da parte degli altri inquilini di "sterminare" la famiglia perchè ritenuta pericolosa e ci ha raccontato i retroscena della litigata notturna.

1. Come hai vissuto questa avventura nella Casa?

"Direi bene. Mi sembrava di vivere un sogno per un po' di tempo, ero contenta di essere entrata, ma poi quando ho iniziato a vedere delle cose che non andavano per il verso giusto, il sogno si è tramutato in incubo. Mi riferisco ad una persona che comandava sempre, che obbligava a fare quello che diceva (Lina ndr) con la quale abbiamo avuto parecchi screzi."

2. Ti abbiamo visto spesso insofferente e fuori dalle dinamiche del gioco. Col senno di poi avresti ugualmente accettato di entrare nella casa?

"Non lo avrei fatto, non mi sono pentita perchè è stata comunque una bella esperienza, ma visto come è andata a finire non lo rifarei. Tra le altre cose sono stata proprio io per conto della famiglia a fare la richiesta di partecipare quindi sono rimasta delusa soprattutto per quello."

3. Abbiamo visto spesso tuo marito attorniato dalle belle donne. In sincerità, eri gelosa di lui?

"Non ero gelosa, figuriamoci. Siamo sposati da tanti anni, diciamo che io e lui ci siamo comportati quasi come a Casa Vianello, ci beccavamo spesso ma sempre essendo consci del fatto che tra di noi c'è amore e rispetto e, conoscendolo, so che giocava con le ragazze anche perchè lì dentro non c'era molto altro da fare. La mia battuta di tirargli il collo se avesse continuato ad avvicinarsi a loro, era solo per catturare la sua attenzione, niente di più".


Carmela e Filippo Orlando4. Ci spieghi brevemente cosa è successo nel caso di quella famosa litigata che tra l'altro è avvenuta in occasione del tuo compleanno?

"Sì, brutta cosa, un compleanno purtroppo che non dimenticherò per tutta la vita. Non so che ore fossero, gli altri sono arrivati, io ero già a dormire e si sono messi a fare confusione, a ridere, a sghignazzare. Non riuscivo a dormire, mi era venuto un mal di testa fortissimo e avevo chiesto, con tranquillità che facessero meno rumore o quantomeno uscissero fuori; invece hanno continuato, ridendo anche da sotto le coperte e facendo se possibile ancora più casino di prima. Poi mi sono alzata e sono andata in bagno, Alice quando mi ha visto si è nascosta per non farsi vedere, mi sono sentita male. Non avevano rispetto per le persone più anziane di loro, io ho anche pianto. Qualcuno il giorno dopo si è scusato, la stessa Alice e anche Silvia e poi mi anch'io ho chiesto perdono. Ma ci sono stata molto male."

5. Abbiamo visto che nelle ultime settimane non aspettavi altro che uscire...

"Ero sempre in disparte, non ce la facevo più. Avevo i miei fuori, i miei genitori, i miei nipotini, mio marito. La vita lì dentro potrebbe essere anche bella se ci fossero persone carine ma invece gli altri si raggruppavano parlavano e sparlavano tra loro quindi ti senti di non essere gradita, proprio emarginata."

6. Pensi anche tu che ci sia stato accanimento nei confronti della famiglia Orlando?

"Sicuramente hanno fatto un complotto nei nostri confronti, dovevano sterminarci".

7. Si è detto che Fabio, senza la mamma, possa cambiare atteggiamento. Tu cosa ne pensi?

"Fabio per me è stato l'ultimo figlio, è in pratica il cocco di mamma. Abbiamo un rapporto molto aperto, ci confidiamo tra noi. E' un tipo che non mi potrebbe mai dire di no, il più coccolone e disponibile. Ora lo vedo là, voleva uscire con me lunedì sera ma io gli ho detto che deve restare e dimostrare di che pasta siamo fatti".

8. Hai un aneddoto divertente avvenuto nella casa che ci vuoi raccontare?

"A dir la verità non c'è niente di divertente. Avrò un bel ricordo di questa esperienza comunque ma mi aspettavo una casa come quella degli altri anni anzichè essere buttati in quella specie di posto desolato."

9. Chi credi che possa vincere?

"Non so chi possa vincere, ovviamente spero che vinca mio figlio. Non potrei mai dire che vinca qualcun altro".

Ti ringrazio e buon ritorno a Messina.

  • shares
  • Mail
39 commenti Aggiorna
Ordina: