Grand Hotel, Chiambretti: "Un uomo con un altro uomo, ma va!". Poi contro l'omofobia

Piero Chiambretti al Grand Hotel prima sfotte Malgioglio sui rapporti gay, poi appoggia Chiellini contro l'omofobia

chiambretti grand hotel chiellini

Piero Chiambretti ha uno strano rapporto con la sessualità… in tv, ovviamente (perché è lì che possiamo limitarci a giudicarlo). Lo stesso conduttore che ha fatto un cameo all'Isola da maniaco sessuale, cercando Playa desnuda, è attorniato da gnocche da paura nei suoi faraonici show. Persino Raffaella Fico, smessi i panni della cantante, è tornata a togliersi direttamente i suoi nell'ascensore di Chiambretti, restando in reggiseno e mutandine sotto l'impermeabile.
Chiambretti, però, è anche quello che ama fare battute cameratesche attorniato da trans e omosessuali dichiarati.

In questo scenario possiamo inserire uno dei suoi tanti dialoghi nonsense tra Pierino e Malgioglio. Il conduttore prima dice di voler riscoprire Cristiano come artista, ma poi lo intrappola sempre nei soliti siparietti da checca.

Mentre era ospite Chiellini il paroliere, dopo avergli dato del bel ragazzo, gli ha chiesto:

"Perché a voi calciatori di oggi chiudono dentro? Avete una donna il giorno prima della partita? Perché hanno paura?

Chiambretti gli ha detto: "Sa che non ho capito la domanda?". E, ancora, Malgioglio ha rivelato:

"Pelè mi ha detto che faceva l'amore prima di entrare in campo. Perché oggi no? Hanno paura di non essere così forti? Io ho chiesto a Pelè. L'ho chiesto anche a Maradona. Lui subito dopo la partita...".

Qui Chiambretti ha iniziato a lanciare messaggi virili:

"Perché sono in ritiro tra maschi?".

Malgy ha ribattuto:

"Che vuol dire essere in ritiro tra maschi? Un uomo dev'essere forte…".

Ecco la risposta un po' da bullo che non ci saremmo aspettati da Chiambretti:

"E un uomo deve far l'amore con un altro uomo? Ma va…. Se non c'è una donna come fa a farlo? Il ritiro è ritiro".

Chiellini si è limitato a replicare, divertito:

"Se abbiamo una donna non è mia moglie".

Poi lo stesso conduttore ha detto che il calciatore è diventato testimonial di una nobile campagna contro l'omofobia:

"Ma l'omofobia c'è anche nel mondo del calcio. Noi sappiamo che ci sono tanti giocatori gay e non è sicuramente una vergogna".

Giusto per chiosare un tema trattato con estrema superficialità e pregiudizio, è entrata poco dopo Mara Venier che ha fatto coming out:

"Di gay dichiarati ne conosco… anche qui".

Malgioglio, ancor prima di essere chiamato in causa, ha detto a Mara tradendosi: "Grazie". Nooooo… ma voi lo sapevate che Malgioglio fosse gay?

In ogni caso Chiambretti è riuscito ad affrontare un tema così delicato passando dalla pubblicità progresso dei diritti degli omosessuali nel calcio alle battutine retrograde sull'inopportunità dei loro rapporti sessuali. E' quest'ultimo, forse, il Pierino più vero.

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: