La figlia di Elisa slitta a gennaio, anzi no!

La fiction in costume non tira più.E’ questo che devono aver pensato i dirigenti Mediaset analizzando gli ascolti di Guerra e Pace, sotto le aspettative, e il buon successo de Il capo dei capi.E così, La figlia di Elisa – Ritorno a Rivombrosa slitterà a gennaio anziché andare in onda, come previsto, il 4 novembre

di

Elisa di Rivombrosa La fiction in costume non tira più.

E’ questo che devono aver pensato i dirigenti Mediaset analizzando gli ascolti di Guerra e Pace, sotto le aspettative, e il buon successo de Il capo dei capi.

E così, La figlia di Elisa – Ritorno a Rivombrosa slitterà a gennaio anziché andare in onda, come previsto, il 4 novembre su Canale 5. Al suo posto, il tv movie con Gabriel Garko Io ti assolvo.

E pensare che in rete si trova anche il trailer, di questo nuovo episodio della saga rivombrosiana. Un trailer già andato in onda come prossimamente. Un prossimamente rimandato a gennaio.

Aggiornamento delle 21:57: Questo valeva fino a pochi minuti fa – come confermavano le principali agenzie cui, vivaddio, bisognerebbe poter sempre fare riferimento (fra cui Ansa). In realtà, è da poco passato, durante Zelig, un promo che conferma invece La figlia di Elisa – Ritorno a Rivombrosa per il 4 di Novembre.
Il tutto a dimostrare che in questo periodo c’è un po’ di confusione nei palinsesti. Poveri noi, poveri telespettatori.
Sempre che non sia sbagliato il promo, sia chiaro.

Aggiornamento 00:36: il regista Stefano Alleva conferma, nel forum dedicato a Elisa di Rivombrosa sia la girandola di notizie di oggi – presunto slittamento a gennaio incluso – sia la riconferma al volo per il 4 novembre. Ecco cosa scrive:

Oggi c’è stata una girandola impazzita di notizie!
E’ vero che per qualche ora siamo stati col fiato sospeso perchè sembrava davvero che a Mediaset avvessero deciso di rinviare a gennaio la messa in onda.
Ma è rientrato tutto e ANDREMO IN ONDA IL 4 NOVEMBRE!
Martedi a Roma ci sarà la conferenza stampa. Tutto va come deve.
Bacioni.
Stefano


Che se ne sentisse il bisogno, di questa terza stagione della popolare-ma-non troppo fiction in costume by Cinzia Th Torrini – che per l’occasione ha ceduto la regia all’esordiente Stefano Alleva – be’, questo no.
E lo spostamento non solleverà, verosimilmente, troppe rimostranze – non quanto le chiusure di Heroes e di Una Mamma per amica (per le quali Tiraboschi si è ampiamente giustificato. Secondo il suo punto di vista, ovviamente)
Ma se anche i colossi delle programmazioni delle reti ammiraglie – le fiction in costume – cominciano a crollare sotto l’ansia degli ascolti, vuol dire che qualcosa sta cambiando.

Verosimilmente, in peggio.