• Tv

Alex Zanardi, dopo la tv e la F1, è ancora oro alle Paralimpiadi 2012!

L’ex pilota di F1 Alex Zanardi dopo il gravissimo incidente che gli è costata l’amputazione di entrambi gli arti inferiori, non ha mollato e prima ha esordito in tv come conduttore, poi ha vinto l’oro alle Paralimpiadi 2012.

di

Lo sport paralimpico fa una nuova incursione sulle pagine di Tvblog. E’ con piacere che possiamo annunciarvi la seconda medaglia d’oro di Alex Zanardi alle Paralimpiadi 2012. Il prossimo conduttore di Sfide, dopo aver vinto due giorni fa la cronometro, ha vinto anche la corsa su strada (categoria H4). Complimenti ad Alex e a tutti gli altri azzurri che ci stanno regalando grandi emozioni e tante soddisfazioni ai giochi paralimpici di Londra.

Alex Zanardi dopo la F1 e la Tv è oro alle Paralimpiadi 2012

Alex Zanardi non smette di stupire: il conduttore bolognese, ex pilota di Formula 1, ha da pochi istanti vinto la medaglia d’oro alle Paralimpiadi 2012 di Londra nella prova a cronometro H4 del ciclismo su strada con il tempo di 24:50.22.

La storia di Alex Zanardi merita di essere ricordata, seppur brevemente, perché può essere utile a molti per capire che nella vita non bisogna mollare mai: Alessandro inizia a gareggiare con i kart nel 1980, osteggiato inizialmente dai suoi genitori che avevano perso in un incidente stradale la figlia. I risultati non tardano ad arrivare, tanto che nel giro di qualche anno inizia a cambiare categorie, passando dai kart alla F3, dalla Formula 3000 alla Formula 1. Nel 1993 un grave incidente lo allontana dalle corse e gli fa perdere il posto in squadra. Rientra nel 1994, ma una crisi della sua scuderia lo lascia disoccupato. Nel 1996 Alex decide di rischiare e si trasferisce al campionato statunitense Cart: dopo aver concluso al terzo posto la stagione, vince i due titoli successivi, nel 1997 e nel 1998. E’ la consacrazione.

Il 15 settembre 2001, durante una gara in Germania, Alex perde il controllo della vettura e viene travolto da un’altra automobile che spezza a metà la sua, amputandogli entrambi gli arti inferiori e lasciandolo dissanguato in fin di vita. Alex sopravvive e decide di ricominciare da capo: dopo la riabilitazione con tenacia prima torna a camminare con l’uso delle protesi, poi si siede nuovamente al volante, gareggia in una gara del campionato Cart e successivamente nel mondiale Turismo.

Abbandonato il mondo dei motori Alex si reinventa un’altra volta, diventando conduttore di E se domani, programma di divulgazione scientifica di Raitre, e iniziando a partecipare alle gare di handbike: prima dell’alloro olimpico, nella categoria H4 di ciclismo su strada il bolognese ha vinto tra l’altro la medaglia d’argento nella cronometro dei mondiali del 2011.

Dopo la medaglia di bronzo di Annalisa Minetti nei 1500 metri T12 delle Paralimpiadi, la medaglia d’oro di Alex Zanardi può essere importante per far conoscere maggiormente il grande lavoro che fanno le federazioni sportive paralimpiche italiane.

Foto | TM News

I Video di TvBlog