Emanuele Filiberto di Savoia a Blogo: Pechino Express l'ho lasciato al 9% e lì è rimasto. A Teodoli dico che...

L'intervista di Blogo ad Emanuele Filiberto di Savoia, che risponde alle affermazioni del direttore di Rai2 Teodoli a proposito di Pechino Express

Da un po' di tempo non lo vediamo più nella televisione italiana, ma che fine ha fatto Emanuele Filiberto di Savoia? Lo abbiamo intercettato a Parigi e gli abbiamo rivolto proprio questa domanda. E' stata anche l'occasione per parlare dell'adventure game appena terminato su Rai2 Pechino Express che lo ha visto conduttore della prima edizione, poi però non confermato nelle due successive. Gli abbiamo chiesto anche i motivi della sua mancata conferma ed un commento a ciò che ci ha detto il direttore di Rai2 proprio a proposito di Pechino Express, vediamo cosa ci ha risposto.

Che fine ha fatto Emanuele Filiberto di Savoia ?

Sono sempre qui e continuo a fare quello che ho sempre fatto: Il padre di famiglia e l’imprenditore. Porto avanti tanti nuovi progetti in vari ambiti, diciamo che “la mia linea editoriale” per il momento è cambiata. Oggi penso di essere molto più utile dall'altra parte della telecamera, sviluppando e producendo nuovi progetti

Esattamente cosa stai facendo, ce ne vuoi parlare ?

Ho creato in Francia una nuova casa di produzione “Royal Me up” che si occupa di creare e acquisire Format originali. Abbiamo prodotto in un anno 5 puntate zero l’ultima delle quali, “Expensive Tastes”, è un nuovo Format per gli USA appena finito di registrare a LA è già stato venduto in tre paesi. Stiamo partendo anche noi con un nuovo canale web dove la libertà di espressione di nuovi autori sarà il punto centrale. Ho creato anche la “Savoy & Gregory” con cui stiamo producendo a Londra il prossimo film d'animazione di Sylvain Chomet ispirato da testi e disegni di Federico Fellini. E per finire con Enzo Fusco ho lanciato “PrinceTees” un marchio di maglie in cotone e cachemire che sta riscuotendo un buon riscontro in Italia ma anche all'estero.

Vedo che sei molto impegnato, ma non ti manca la televisione italiana ?

La guardo, quando posso, sempre con molto interesse... ma non posso dire che mi manca ! Lavoro sempre nel campo della televisione ma ora non dipendo da nessuno, sono molto più libero e mi diverto molto di più.

Secondo te, perchè non ti chiamano più ?

E per fare che? Un direttore o un produttore ti chiama se sei un valor aggiunto, oggi evidentemente non ci sono programmi adatti a me o io non sono un valore aggiunto! Per 4 anni sono stato molto presente, forse troppo, e ho conosciuto tanti artisti che dipendono dall’apparire in video quasi come forma maniacale. Io per fortuna non ho questa “malattia” e non sento il bisogno di apparire per esistere. Dopo la conduzione di Pechino Express abbiamo detto stop a interventi televisivi random fini a se stessi e senza progettualità. Non amo fare il concorrente o l’opinionista. Li mi chiamano, e in tanti, ma non ho più l'età per giocare! (ride,ndr)

A proposito di Pechino Express, il direttore Teodoli ha lodato Costantino Della Gherardesca, l'attuale conduttore del programma, dicendo che ha dato un taglio molto più ironico al programma, rispetto alla prima edizione, quella che hai condotto te. Che mi dici al riguardo ?

Pechino Express rimane un programma bellissimo e nuovo nel linguaggio che mi piace guardare. Costantino è stato molto bravo e devo dire che mi piace il suo modo di presentare... Quello che a me è piaciuto meno è l' intervista di Teodoli, proprio qui su TvBlog, dove si autolodava su PE dicendo che lo aveva trasformato e fatto crescere... Beh pretenzioso ed anche presuntuoso direi. PE è un programma voluto da Leone e Azzalini e non da lui. Azzalini, Magnolia ed io ci abbiamo lavorato tanto per renderlo italiano e lo abbiamo lasciato ad uno share del 9,5% e li è rimasto per le 2 successive stagioni. Dunque caro Teodoli un po' di umiltà qualche volta ci vuole... I programmi di Rai 2 che funzionano ( The Voice, Made in sud, PE ) sono stati voluti da Leone ed Azzalini. (p.s. non ho nulla in ballo con Leone sia chiaro, anzi non credo che mi ami) . (Ride, ndr)

Chi ti ha scelto per quella prima edizione di Pechino Express ?

Sapendo del progetto e conoscendo molto bene la versione francese, mi sono proposto io ad Azzalini e Leone, che dopo aver visto anche altri conduttori, mi hanno scelto

Perchè non sei stato riconfermato alla conduzione di quel programma ?

Qualcuno molto in alto evidentemente ha deciso così.

Hai fatto sia televisione generalista che televisione specializzata. Quale delle due preferisci ?

La tv generalista se fatta bene è ancora una certezza. Guarda Xfactor su SKY, è generalista ormai ma con contenuti ed una produzione da TV americana. Un capolavoro. Per fare quel tipo di generalista però ci vogliono tanti soldi e da quanto ne capisco io quei soldi Rai e Mediaset non li possono spendere più, quindi il futuro è sicuramente fatto di contenuti e canali tematici. Piccoli format poco costosi per platee televisive diverse da quelle generaliste (Real time e Sky aArte sono il simbolo) . Questo è il segnale che anche il web ci dice chiaramente. La crescita dei contenuti su Youtube nel mondo ne è la prova

Quale programma ti piacerebbe condurre, a proposito di un ipotetico ritorno alla televisione italiana ?

Mi piacerebbe condurre un programma estremo di scoperta... Il principe che fa i mestieri più pericolosi del mondo... Un “principiante” dell'estremo. ( non copiate, stiamo finendo di scriverlo con Royal me up..)

Magari ne parliamo prossimamente. Chiudiamo con il caro vecchio gioco della torre: Giù D'Urso o Parodi ?

Parodi

Venier o Ventura ?

Venier

De Filippi o Bonolis ?

Bonolis

Santoro o Giletti ?

Santoro

Milly Carlucci o Raffaella Carrà ?

Carrà

Vespa o Costanzo ?

Vespa

Baudo o Conti ?

Baudo

E chiudiamo con Teodoli o Leone ?

Teodoli
Ma ne posso salvare una di queste?

Va bene dimmi

Salvo Mara, le voglio un sacco de bene!!!

L'intervista di Blogo ad Emanuele Filiberto di Savoia

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: