Daniela Di Maio di Nickelodeon a Blogo: "la creatività e il contenuto determinano la forza e il successo di un prodotto"

Intervista a Daniela Di Maio, Direttore di Nickelodeon Italia, sul futuro dell'animazione per ragazzi e sui progetti del network.

nickelodeon-daniela-di-maio

Nickelodeon piace ai bambini e ragazzi, e tra le novità appena partite c'è Breadwinners di cui vi avevamo già anticipato. Oltre alla novità, ci sono le mitiche Tartarughe Ninja e l'evergreen Spongebob considerati il fiore all'occhiello del network. Solo per citare alcuni dei prodotti made in Usa amati dai più piccoli e trasmessi su Nickelodeon e Nick Jr. Blogo ha incontrato Daniela Di Maio, Direttore del network in Italia, che racconta del futuro dell'animazione televisiva, spiega cosa determini il successo di una produzione e su quali elementi punti la nuova linea editoriale di Nickelodeon.

Quale è il futuro dell’animazione televisiva e il rapporto tra animazione e new media?

Sicuramente la tendenza è, e sarà sempre più, quella della contaminazione dei linguaggi e dell’interazione tra i vari device. I nuovi prodotti di animazione sono pensati per la nuova generazione di ragazzi che predilige stili basati sull’ immediatezza e l’interazione. Non a caso tutti i nostri prodotti televisivi sono costruiti con un linguaggio veloce, uno stile coinvolgente dove anche la musica è un elemento importante, e pensati per avere poi anche uno sviluppo sul sito, nelle app e sui social media.

Il Cgi riduce i costi e i tempi. Anche il noto Studio Ghibli che produce anime e ha sempre puntato sull’animazione realizzata perlopiù a mano sembra orientato ad un nuovo corso (n.d.r. Goro Miyazaki sta producendo la prima serie animata totalmente in digitale). Il Cgi è sinonimo di successo?

Non credo sia solo una questione di costi e minori tempi di realizzazione. Credo sia piuttosto una evoluzione delle tecniche dell’animazione che consente di abbreviare i tempi di realizzazione e di ottenere dei risultati sempre più straordinari e sofisticati.
Ma per produrre serie di successo è necessario sempre e comunque il talento e la creatività degli artisti. Nickelodeon ha realizzato in computer graphic la nuova serie delle Tartarughe Ninja lanciata a fine 2012. Nello sviluppo della storia e delle stesse grafiche si è partiti dalla prima serie a fumetti delle Ninja, reinterpretandola e arricchendola anche in termini grafici con tratti che provengono da generi diversi, primi fra tutti i videogiochi, rivisitando totalmente la serie TV degli anni ‘80 in chiave contemporanea.
Ed è un successo altrettanto grande.
Credo, infatti, che oggi non si possa prescindere dall’essere agganciati alla modernità come generi, linguaggi, formati e tecniche e alla contaminazione tra generi.

Nickelodeon punta sull’animazione in Flash 2d. Il digitale soppianterà gradualmente e definitivamente l’animazione tradizionale?

Non so dire se e quando sparirà l’animazione tradizionale, credo però che, se si vuole rimanere rilevanti per i ragazzi dei nostri giorni, e come canale Kids&Family dobbiamo esserlo, le nuove tecniche e tecnologie sono elementi da usare al massimo delle loro potenzialità. Tuttavia, sono soprattutto la creatività e il contenuto gli elementi che determinano la forza e il successo di un prodotto. Un esempio per tutti: SpongeBob.

Ma arriviamo a Breadwinners, la novità in arrivo sul vostro canale. Ha un plot originale, personaggi espressivi, e un uso creativo della musica. I disegni "minimalisti" e l’ironia surreale ricordano i personaggi protagonisti di cartoni noti come Flapjacks e Gumball. Perchè puntate sulla comicità (come con Spongebob) per rivolgervi ai ragazzi?

“Breadwinners” è il frutto della nuova linea editoriale di Nickelodeon che punta sempre più ad ingaggiare i ragazzi attraverso la comicità, la risata spontanea, a tratti anche surreale. I ragazzi cercano sempre più contenuti che li sappiamo colpire e divertire, sorprendendoli e catturandoli. E questi sono gli elementi su cui punta la nuova animazione di Nickelodeon. Già “Sanjay & Craig” ha rappresentato una svolta abbastanza dirompente rispetto all’animazione di Nickelodeon a cui eravamo abituati, con “Breadwinners” andiamo ancora oltre. La serie, che parla delle avventure rocambolesche di due anatre strampalate che consegnano il pane agli animali del pianeta Oceano Stagno guidando un furgone con cui si schiantano sempre, vive di ritmo, musica e situazioni imprevedibili molto vicine anche al linguaggio dei videogames.

Perchè avete deciso di trasformare il corto di Di Raffaele in serie?

Il corto era un pitch che il network di Nickelodeon, cogliendone le potenzialità e la novità, ha deciso di trasformare realizzandone una serie animata.

Quali sono le caratteristiche che differenziano la vostra produzione rispetto alle altre indirizzate al medesimo target?

Nickelodeon è una factory creativa che realizza prodotti sempre innovativi e di successo. I Nickelodeon Animated Studios, infatti, sono sempre all’avanguardia sia per quanto riguarda la ricerca di nuovi talenti creativi e nuovi personaggi che nuove tecniche di realizzazione. Breadwinners nasce proprio in questo modo, come ricerca di nuovi artisti con idee nuove e linguaggi diversi.
Forse quello che più di tutti ci contraddistingue è la capacità di innovare, di sperimentare nuovi generi e di essere un passo avanti rispetto agli altri, restando però vicini ai ragazzi ed espressione del loro mondo.

Su Nickelodeon quali i programmi di animazione hanno più successo tra i ragazzi?

Sicuramente SpongeBob è un evergreen, la nostra serie di punta amata dai bambini, dai ragazzi e dai genitori perchè si presta a vari livelli di interpretazione. Ottimi riscontri le hanno anche le Tartarughe Ninja che, con l’uscita del film in tutto il mondo dall’estate in poi, hanno avuto un ulteriore gradimento da parte dei ragazzi. Ma siamo anche molto soddisfatti di Sanjay&Craig che, lo scorso anno quando è stato lanciato, era per noi una scommessa che oggi possiamo dire essere stata vinta.

Può darci qualche altra anticipazione su novità in arrivo per i fan dell’animazione, indirizzati ai più piccoli e ai ragazzi?

Su Nick jr, il nostro canale pre scolare, a novembre arriveranno i nuovi episodi di Paw Patrol una serie nuova nuova e che è un già un successo in Italia e nel resto del mondo; mentre una grandissima novità riguarderà Dora ma questo tra qualche mese, nel 2015, quindi per ora non voglio anticipare nulla.
Per quanto riguarda Nickelodeon (Sky 605-606) nel weekend del 1 e 2 novembre avremo il finale della seconda stagione delle Tartarughe Ninja e quindi attenderemo poi con ansia l’avvio della terza stagione a inizio 2015. Anche SpongeBob, di cui abbiamo in onda gli episodi nuovi, avrà il film in uscita a febbraio 2015 e......

  • shares
  • Mail