• Tv

Linus: “Seconda stagione de Il Grande Cocomero non ci sarà. In Rai non c’è una lira”

Il programma di interviste di seconda serata di Rai2 non andrà oltre la prima stagione

Credo che ci sarà un seguito de Il Grande Cocomero il prossimo anno e me lo auguro anche. Io l’ho vissuta come una prova di una cosa che potrei fare. Io sono cresciuto con tutta una generazione di colleghi e amici che poi hanno scelto di fare la televisione come mestiere principale, da Gerry Scotti ad Amadeus a Fiorello a Fabio Volo a Daria Bignardi allo stesso Nicola Savino. Io invece mi sono sempre ancorato alla radio perché, nel momento in cui sono diventato Direttore, la mia vita era piena. Nessuno mi aveva chiesto di fare tv con insistenza, va detto. Mi è sempre rimasto il dubbio di pensare ‘Se ci avessi provato sul serio cos’avrei potuto fare?’. L’orario è un po’ difficile, il giovedì sera c’è qualsiasi cosa in tv. Il budget era ridotto all’osso, ma avevo la libertà di fare quello che volevo. La vorrei rifare un po’ meglio, perché ora so da che parte devo migliorare, da che parte non devo andare. L’esperienza è fondamentale.

Così parlò ad aprile scorso Linus, intervistato da Andrea Scanzi su La3, a proposito della seconda stagione de Il Grande Cocomero. Le cose, però, evidentemente sono cambiate. Infatti lo storico speaker di Radio Deejay sul suo blog oggi ha annunciato che non ci sarà una nuova serie del programma di interviste da lui condotto il giovedì in seconda serata su Rai2:

Non credo ci sarà una seconda stagione. Per due motivi molto semplici: in RAI non c’è una lira e in funzione di questo non c’è praticamente più la seconda serata. Quindi non ne hanno bisogno. Peccato. La seconda stagione poteva essere quella in cui si imparava dagli errori della prima. Ma non credo che morirà nessuno nè è mio costume lamentarmi e fare la vittima. Quando mi capita di congedare qualcuno lo faccio sempre in buona fede, e mi piace pensarlo anche quando il due di picche arriva a me.

L’unica consolazione per il direttore della Radio fondata da Claudio Cecchetto (e di Deejay Tv) è che il venerdì mattina non dovrà recriminare per l’orario di messa in onda del programma.