Focus Ascolti TvBlog – Bilancio stagione 2013-2014: Striscia la notizia (Canale 5)

Il bilancio stagionale auditel dello storico programma dell’access time di Canale 5.

Focus Ascolti TvBlog – Bilancio stagione 2013-2014: Striscia la notizia (Canale 5)

La partenza dei nostri bilanci stagionali dei singoli programmi televisivi inizia come sempre con il dato medio totale, che per l’annata 2013-2014 di Striscia la notizia è stato di 5.009.000 telespettatori ed il 18,29% di share. Il dato medio della stagione precedente era stato di 5.613.000 telespettatori ed il 19,88% di share. Vediamo ora i dati di share dei singoli target di questa stagione del Tg diretto da Antonio Ricci, partendo dal sesso dei telespettatori.

Praticamente si tratta di pareggio fra i due sessi con lo share del 18,5% per le donne ed il 18,03% per gli uomini. Per quel che riguarda l’età, partiamo dal dato del target commerciale che è pari al 22,34% di share. Per singole fasce, partiamo dal 22,82% della fascia d’età che va dai 45 ai 54 anni, Poi il 21,8 della 35-44, 22,29% 25-34 , 22,14% 15-24, 18,43% 55-64 anni, 17,67% 8-14, 13,52% 4-7 anni, per arrivare al 13,18% degli over 65.

Per classi socio-economiche si parte dal 20,55% della MB, 20,39% BA, 18,87% MA, 15,51% BB, 14,94% AB e 14,49% AA. Per livello d’istruzione si parte dal 21,86% di share della media inferiore, 19,25% media superiore, 16,12% Nessuna e 13,72% della laurea. La regione italiana in cui Striscia la notizia ottiene la percentuale di share più alta risulta essere la Sicilia con il 25,8%, seguita dalla Puglia con il 22,16%, quindi c’è la Sardegna con il 21,89% di share.

La regione invece in cui il varietà di Antonio Ricci ottiene la percentuale di share più bassa è l’Umbria con il 12%, seguita dalla Liguria con il 14,2%, seguita dall’Emilia Romagna con il 14,27% di share.


    Dall'Ufficio Stampa Mediaset riceviamo e volentieri pubblichiamo:

    In merito al pezzo dal titolo “Focus Ascolti TvBlog – Bilancio stagione 2013-2014: Striscia la notizia (Canale 5)”, vorremmo precisare che:
    apprezziamo la correttezza di questo vostro articolo sugli ascolti del nostro programma. Vi segnaliamo solo che ci sarebbe parso opportuno citare anche una novità non da poco rispetto alle stagioni precedenti: dalla scorsa edizione è stata infatti inserita un’interruzione pubblicitaria in più, il cosiddetto “minuto d’oro”, che scatta sempre alle 21 interrompendo i servizi in corso e provocando un inevitabile calo di ascolti.

Questi pezzi di Bilancio stagionale degli ascolti dei vari programmi televisivi, si limitano al mero dato di ascolto, senza entrare nei dettagli, sia delle interruzioni pubblicitarie che, tanto meno, dei contenuti editoriali dei programmi stessi. Vi ringraziamo per aver apprezzato la correttezza dei dati.

Hit

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: