Fabio Fazio e Antonio Ricci hanno fatto pace? (FOTO)

Cosa c’è (di televisivo) sotto la pace fatta tra Antonio Ricci e Fabio Fazio?

Fabio Fazio è “un finto prete”, ma anche “lombrosianamente, con quei dentini, davvero malvagio”. Per non dire “una platessa che ama la melassa indistinta” oppure “una platessa curiale, avvolgente come un baco”. Se poi vogliamo passare agli insulti, allora Fazio “è Bruno Vespa” forse perché “non fa domande, ma contorni col purè”. Tutta farina del sacco di Antonio Ricci, che però ora sembra aver fatto pace con il conduttore di Che tempo che fa.

Almeno a giudicare dalla foto diffusa dal settimanale Chi nella quale i due liguri sono immortalati mentre chiacchierano a tavola insieme, accompagnati dalle rispettive mogli, a casa di Fazio nei pressi di Savona.

L’ostilità tra il papà di Striscia la notizia e il conduttore degli ultimi due Festival di Sanremo, nonostante alcuni amici in comune (Enzo Iacchetti, per esempio – non certamente Chiambretti, nemico di Fazio e da qualche tempo entrato nel ‘cerchio magico’ di Ricci) è datata. I più attenti non avranno dimenticato il servizio del tg satirico di Canale 5 (siamo nel 2003) in cui si faceva notare come la grafica e l’ambientazione scenica di Che tempo che fa ricordasse quelle degli spot di Lottomatica, con protagonista lo stesso Fazio. Per non dire del tapiro d’oro rifiutato polemicamente dal conduttore – che di fronte all’insistente Staffelli rivendicava il diritto alla privacy minacciando di non firmare la liberatoria – dopo le dichiarazioni di Daniele Luttazzi.

Gli attacchi di Ricci a Fazio sono stati da alcuni (particolarmente perspicaci, evidentemente) letti come un segnale di fastidio per la concorrenza di Che tempo che fa, in onda in concomitanza con Striscia il sabato sera (e la domenica, in passato – e recentemente con il flop Giass). Quale che fosse la verità, la notizia è che i due oggi sembrano aver fatto pace.

Il tutto avviene dopo l’ingaggio, da parte di Ricci, di alcuni artisti della Itc2000, la società di Beppe Caschetto (per esempio Luca&Paolo e Virginia Raffaele), di cui fa parte lo stesso Fazio. Che il riavvicinamento tra i due sia il primo passo per una clamorosa collaborazione televisiva?

Forse immaginare questo è troppo. Nell’attesa di capirne di più, è bello ricordare i vecchi tempi (che speriamo tornino presto). Giugno 2002, Fazio sembra pronto ad andare in onda su Rai1 contro Striscia.

Ricci: “Lui è la sinistra che ha sdoganato i Savoia, confonde Sofri con Barbapapà, il ’68 e i Cugini di campagna, per non parlare di Baglioni… Fazio è la sinistra delle minestrine, quella curiale e cosiddetta buonista cui piace andare a cantare e ballare con Emanuele Filiberto sull’isola di Cavallo, inquina col Dixan, presenta Sanremo ed è un figlio illegittimo di Wanna Marchi col suo Quizzolotto: tutta roba che nella società ideale che io immagino non c’è. Forse Fazio finirà frullato in una di quelle urne da cui vengono estratti i numeri del Lotto”.

Fazio: “Vedo che l’ha presa bene, pensare che Ricci dice di essere mio amico. Mi rendo conto che la concorrenza possa fargli paura, e naturalmente la cosa mi onora, anche se credo che mi stia sopravvalutando. Comunque cercherò di fare del mio meglio, capisco che fare un programma dello stesso genere – tengo a dire, un programma comico, senza politica, esattamente come Striscia, possa preoccuparlo. Io sono la “sinistra delle minestrine? Aspetto fiducioso che Ricci dia prova di indipendenza. La sua è una valanga di insulti, ma su una cosa sono d’accordo con lui: apparteniamo a mondi diversi, per fortuna”.

Ultime notizie su Fabio Fazio

Tutto su Fabio Fazio →