• Tv

Dating Naked, una concorrente del dating show “senza veli” fa causa al programma: ha mostrato le sue parti intime

Jessie Nizewitz, concorrente di Dating Naked, dating show in cui i concorrenti sono nudi, ha fatto causa al programma per aver mostrato le sue parti intime senza averle censurate, sebbene il resto del corpo si sia visto interamente senza veli

Vi ricordate Dating Naked, il dating show in cui i partecipanti possono incontrare l’anima gemella stando comodamente come mamma li ha fatti, senza il fastidio di abiti che -stando a quando hanno detto i produttori- potrebbero rendere più difficile la conoscenza dei pretendenti? Il programma è partito da qualche settimana in America, e le polemiche non sono mancate. Peccato che la polemica più feroce arrivi proprio da una della partecipanti.

Nella terza puntata del programma di VH1, infatti, sono state mostrare senza censura le parti intime di Jessie Nizewitz, ventottenne con in passato qualche esperienza nel mondo della moda. Jessie si è lamentata del fatto che in una scena dell’episodio, quella in cui, ricoperta di sabbia bagnata improvvisa una gara di wrestling con uno dei suoi pretendenti, la produzione non abbia pixellato le sue parti intime, mostrando così ai telespettatori le sue vergogne.

Può sembrare assurdo, eppure Jessie ha fatto causa a Viacom, proprietaria del canale, ed alle case di produzione dello show, la Firelight Entertainment e la Lighthearted Entertainment -che non hanno ancora risposto-, chiedendo dieci milioni di dollari di risarcimento. “Mi sono sentita come se mi avessero mentito, manipolata ed usata”, ha spiegato la ragazza, determinata a ripulire il suo nome dopo la messa in onda non tanto della sua nudità ma di quella specifica parte del suo corpo. La causa arriva dalle decine di messaggi che Jessie ha ricevuto sui sociale network, sia da amici che da sconosciuti e che l’avrebbero offesa.

Non è andata bene neanche in famiglia:

“Mia nonna ha visto la puntata. L’ho vista questa settimana e non aveva molto da dirmi. Probabilmente è arrabbiata. I miei genitori sono semplicemente infastiditi”.

Sebbene questo punto di vista possa essere dovuto alla partecipazione in generale al programma -dove, pixel o non pixel, era richiesto di mostrarsi nudi in tv-, la ragazza è convinta che debba essere risarcita. “Penso che mi debbano delle enormi scuse”, ha spiegato, anche perchè la puntata avrebbe compromesso la conoscenza che stava facendo di una ragazzo:

“Non mi ha più chiamata dopo che lo show è andato in onda. Speramo che potessimo avere una relazione. E’ un impiegato, ebreo, sulla trentina, ed era ideale per me”.

Insomma, da semplice partecipazione divertente ad un vero guaio anche nella vita privata: forse, però, Jessie prima di togliersi i vestiti avrebbe dovuto pensare un po’ di più a ciò che gli altri avrebbero potuto pensare e vedere di lei.

[Via (e foto da) NewYorkPost]