• Tv

Party People Ibiza, su Rai 2 il mondo della notte raccontato da 8 ragazzi italiani

Dopo Pechino Express, Rai 2 pensa a ‘trattenere’ il pubblico giovane con una sorta di docu-reality sulle notti di Ibiza.

Manca meno di un mese all’inizio dell’Autunno Tv e si definiscono i format accennati da Mamma Rai alla presentazione ufficiale dei Palinsesti dello scorso giugno. Tra questi Party People Ibiza, che debutterà nella seconda serata di Rai 2 l’8 settembre e proseguirà fino al 13 ottobre 2014. Sei puntate da 50′ in tutto trasmesse dopo Pechino Express 3, con l’evidente intenzione di tener legato a sé il pubblico giovane e giovane adulto che segue l’adventure reality condotto da Costantino della Gherardesca e portarselo ‘dietro’ per amor di Auditel.

Quello che a giugno sembrava essere un ‘working title’ sembra essere invece confermato come titolo definitivo: Party People Ibiza si presenta come un viaggio nelle notti di Ibiza, tra le sue discoteche e soprattutto la sua musica, fatto attraverso gli occhi di otto italiani di età compresa tra i 18 e i 30 anni che si trovano a Ibiza per lavoro o per divertimento.

A loro il compito di farci ‘vivere’ i party più esclusivi dell’isola e soprattutto raccontarci il dietro le quinte: a occhio, però, sembrerebbe che il focus non sia tanto negli eccessi della vita notturna ibizegna, né nell’intento moralistico o inquisitorio. L’obiettivo sembrerebbe piuttosto raccontare il fenomeno elettro-dance dell’isola, punto di riferimento per i DJ di mezzo mondo. A trent’anni da People from Ibiza e dai rutilanti anni ’80 di Sandy Marton, insomma, Rai 2 punta a raccontare non tanto lo ‘sballo’ dei clienti, quanto la vita dei DJ internazionali e l’atmosfera dei loro Dj-Set, diventati uno dei principali richiami dell’estate isolana. Una versione apparentemente più raffinata di Ibiza Uncovered, docureality di Sky UK che raccontava le vicende di un gruppo di giovani adulti sull’isola datato 1998 (che vediamo in basso) o della puntata ibizegna di un altro format UK, Sun Sex and Suspicious Parents.

Nessun conduttore, ma una voce narrante farà da ‘fil rouge’ al racconto degli otto protagonisti: a chi appartenga non è dato ancora saperlo. Le opzioni non mancano: da Savino a Linus, entrambi in forze a Rai 2, passando per la new entry La Pina, che intanto è anche partita per Pechino Express. E sono solo i primi nomi che mi son venuti in mente. Diciamo che il format ricorda molto le produzioni Real Time e in fondo è proprio a quel modello che Rai 2 sembra voler mirare, ogni stagione di più. Anche se con qualche anno di ritardo…

Insomma, DJ di fama internazionali, notti in discoteca, Dj-Set electro-dance, il tutto ad Ibiza: la collocazione a cavallo dell’estate mi sembra in questo caso adeguata. Basta che il programma non nasconda una sorta di Lucignolo made in Rai 2.

I Video di Blogo

Antonio Ricci presenta Striscia la Notizia 2020-21