Pazzi per il ballo, su Real Time una serie made in USA sulla danza sportiva

La passione per il ballo non accenna a diminuire, fuori e dentro la tv: dagli States le storie di chi ha organizzato la propria vita in funzione delle gare amatoriali di danze sportive.

Il ballo resta uno dei grandi trend tv degli ultimi 10 anni: quel che ora è la cucina – col suo fiorire di programmi, reality, rubriche e serie tv – lo ha fatto qualche anno fa la danza, divenuta per la tv (e per il cinema, basti pensare a Shall we dance? o Ti va di ballare) un più must da spremere fino all’esaurimento. Lungi dall’esaurirsi, però, il filone del ballo in tv continua ad essere florido, soprattutto nelle sue versioni più giovanili, tra crew alla Step Up e talent all’Amici di Maria De Filippi.

Non scordiamo, però, il buon ‘vecchio’ ballo di sala e così in attesa della decima edizione di Ballando con le Stelle (ormai caposaldo della programmazione di Rai 1), Real Time ci accompagna tra gli appassionati di danza made in USA, pronti a tutto per gareggiare e vincere nelle competizioni più o meno amatoriali degli States.

Arriva così Pazzi per il Ballo, al via da questa sera, sabato 2 agosto, alle 22.05 sul canale 31 del DTT: in ogni puntata si seguono le storie di tre coppie di ballerini che dedicano ogni sprazzo di tempo libero ad allenarsi e ogni fine settimana alle competizioni del “Pro-Am Ballroom Dance Championship”, torneo dedicato ai ballerini amatoriali.che prevede qualcosa come 254 gare di ballo di sala tra USA e il resto del mondo. Girare per gli States non è certo economico, così come procurarsi gli abiti e organizzare le trasferte, ma le coppie di appassionati sono pronte a tutto, anche ad indebitarsi, per un trofeo, una vittoria, un riconoscimento sulla pista da ballo. E c’è chi arriva a spendere 10.000 dollari ‘a tappa’ pur di dimostrare di essere il migliore.

Da passione a ossessione il passo è breve, come ci hanno insegnato negli anni molte serie americane (made by TLC) arrivate da noi grazie (o a causa) di Real Time: e non a caso il tema della ‘pazzia’ le attraversa tutte, fin dal titolo. Diciamo che lo schema di Pazzi per il ballo (Ballroom Blitz in originale) mi ricorda quello di Little Miss America, tra i preparativi folli pre gara fino all’esibizione e alla votazione finale. Il meccanismo funziona e anche se non siete (ancora) patiti dei balli standard o delle danze sportive potreste cogliere qualcosa in più di questo mondo, che come tutti quelli oggetto di grandi passioni, può diventare maniacale.

Per il momento la serie, composta da sei episodi, è stata trasmessa – oltre che negli USA – in Gran Bretagna, in Svezia, in Olanda e in Russia. Ora arriva anche da noi, in tempo per l’estate.