Current Tv? Negli Usa pensano che fallirà entro un anno

E’ sempre più evidente la crisi di Current Tv, che secondo una società di consulenza finanziaria americana potrebbe fallire entro un anno

Current Tv fallirà entro un anno? E’ la previsione di 24/7 Wall St., società statunitense di consulenza finanziaria che si occupa di individuare le aziende che con maggiore probabilità falliranno nei dodici mesi successivi. A rischio, questa volta (come riporta Italia Oggi), sembra esserci il canale televisivo fondato da Al Gore, ex vice-presidente degli Usa, sette anni fa.

Current Tv, in effetti, deve fare i conti con una pesante crisi di ricavi pubblicitari e ascolti: proprio per questo i soci, dopo aver già dato l’ok alla cessazione delle trasmissioni in Italia (poco più di un anno fa, era il 31 luglio del 2011) e nel Regno Unito (pochi mesi fa, il 12 marzo) potrebbero optare per lo stop definitivo, complice la rottura con Keith Olbermann, anchorman ingaggiato l’anno passato con un contratto da cinquanta milioni di dollari.

Olbermann era stato arruolato da Mark Rosenthal, giù uomo di punta di Mtv, che nel 2009 era stato chiamato da Gore per risollevare le sorti della rete e renderla più desiderabile per gli investitori pubblicitari. Ma il rapporto di Current con Rosenthal è finito lo scorso anno, così come quello con Olbermann, anche a causa di uno show del venerdì sera che faticava a raggiungere i 200mila spettatori.

Insomma, negli ultimi tempi la vita per il network di Al Gore è stata tutt’altro che facile, per colpa – tra l’altro – di una scarsa visibilità, di qualche problema tecnico di troppo e di una dirigenza non all’altezza.

Foto © TM News

Se a questo si aggiunge la rottura con Murdoch, che ha causato la fine delle esperienze italiana e britannica, si capisce perché Gore, attuale chairman, David Bohrman, presidente, e Joel Hyatt, Ceo, siano in grave difficoltà.

Ci sarà ancora spazio nel panorama televisivo per Current Tv?