Ascolti tv, nelle 24 ore cresce solo Canale 5

Prime analisi sulla stagione 2013-14 e prime valutazioni sugli ascolti di un'annata non proprio facile per la tv generalista.

risultati_ascolto

Canale 5 unica rete a guadagnare qualcosa negli ascolti della stagione 2013-14: questo almeno il risultato che emerge dalle elaborazioni realizzate dallo studio Frasi su dati Auditel e pubblicati dal Sole 24 Ore. Una fotografia dell'annata tv che guarda in generale alla scena complessiva, con il confronto tra andamento tra reti generaliste e reti digitali 'native', i tradizionali poli in cui è diviso il panorama delle 'antenne' dello Stivale e le singole reti.

L'analisi è stata condotta su un periodo di tempo che va dal 22 settembre 2013 al 26 maggio 2014, con confronti sullo stesso periodo registrato per la stagione 2012-2013.

Per le tv generaliste l'annata conferma la flessione degli ascolti: lo share è passato dal 64,87% della scorsa stagione al 61,67% di quella appena terminata. Per i canali nativi digitali, invece, si è registrato un incremento, col passaggio dal 26,77% al 28,81%.

Inquadrata la situazione generale andiamo nel dettaglio.

Gli ascolti della stagione: i gruppi editoriali


La Rai si conferma leader con uno share del 30,94% registrato nei canali generalisti e il 6,51% per i digitali, per un totale del 37,44%. Rispetto allo scorso anno un calo generalizzato del 2,41% di share (-2,61% per le generaliste a fronte di un +0,21% nel DTT)

Mediaset risponde con un 27,05% raccolto tra i canali generalisti e un 6.33% tra i digitali, per un totale del 33,38%. Per Mediaset si registra, invece, un leggero incremento sulla spinta dei risultati del digitale, con un +0,86 per il DTT e un -0,28 per le generaliste che si traduce in un generale + 0,58%.

Chiudono il quadro Sky-Fox col 6,59% e il gruppo Discovery col 5,37%,cresciuti entrambe di circa lo 0,5%, e Cairo al 4,17%. La crescita maggiore la fa MTV-Viacom, con un +16,03%.

Dati auditel stagione 2013-2014

Gli ascolti della stagione: le reti generaliste


Scendiamo ancor più nel dettaglio e vediamo l'andamento delle reti generaliste, sempre nelle 24 ore: solo Canale 5 cresce, registrando un +1,65 in audience e un +0,56 di share. L'unica, insomma, che registra un segno positivo. Gongola Giancarlo Scheri, che per il prossimo anno punta ad avere sei sere su sette produzioni Mediaset in prime time.

Sempre stando ai dati pubblicati dal Sole, Rai 1 registra un sensibile calo sia in termini di audience (-9,38%) e in share (-1,43%). Peggior performance rispetto allo scorso anno l'avrebbe registrata Rai 3 con un -12,49% di audience e un -0,86% in meno. Come a dire che la contrazione complessiva degli ascolti delle generaliste si è concentrato sul target della rete, come analizza lo stesso direttore di Rai 3, Andrea Vianello:

"Le tematiche che sempre di più stanno frammentando l'audience delle generaliste colpiscono il pubblico di Rai 3 principalmente per le caratteristiche che ha, dall'istruzione più alta all'interesse per una tv tematica".

Fuori da Viale Mazzini, si registra una flessione di La7 dal 3,99%al 3,68%, ma Cairo non si dice preoccupato:

"Abbiamo un dato di prime time del 5% e una quota di mercato pubblicitario in linea con i nostri ascolti".

Gli ascolti della stagione: le reti digitali


Questo breve excursus del Sole si conclude con qualche dato sulle native digitali: sulle 24 ore Real Time registra 151.796 spettatori medi e uno share dell'1,37, praticamente un testa a testa con Rai Yoyo, che ha registrato 151.020 e 1,37% a fronte però di un calo di 10.000 unità di ascolto medio per la rete Discovery e una crescita di 22.000 telespettatori per la rete kids della Rai.

Sono invece cresciute in termini di share Iris (che registra nelle 24 ore 1,35% di share), DMAX (1,33%) e Cielo (1,21%).

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: