Dexter, Michael C. Hall sul finale: "Non credo di averlo nemmeno guardato"

Michael C. Hall parla del finale di serie di Dexter, la serie tv di cui è stato protagonista, ammettendo di non averlo visto e che qualcosa si poteva cambiare rispetto a quello che è andato in onda in tv

Tutti coloro che hanno seguito "Dexter" hanno espresso il proprio parere sul finale della serie tv, che si è conclusa lo scorso settembre in America (in Italia è già andato in onda su FoxCrime, mentre Rai 4 sta trasmettendo la settima stagione). Ora, parla anche Michael C. Hall, interprete del protagonista.

-Attenzione: spoiler sul finale-
Nel finale, Dexter decide di autoesiliarsi, consapevole che le persone intorno a lui sono in pericolo. Dopo la scomparsa di Deb (Jennifer Carpenter), lascia così Miami fingendosi morto e salutando il figlio Harrison, affidato ad Hannah (Yvonne Strahovski). Intervistato dal "The Daily Beast", l'attore rivela innanzitutto di non aver mai visto il finale com'è andato in onda:

"Se mi è piaciuto? Non credo di averlo nemmeno guardato".

Michael C. Hall

Ma l'opinione vera e propria arriva quando Hall ammette che, nonostante consideri il finale soddisfacente, sia mancato qualcosa, quel fattore di stupore e fascino che ha sempre reso "Dexter" una serie diversa dalle altre:

"Penso che narrativamente sia stato soddisfacente, ma non è stato così gradevole".

L'attore si spiega meglio, sostenendo che l'eccessiva durata della serie potrebbe aver pesato sul lavoro degli autori:

"Penso che lo show abbia perso un certo ritmo. Semplicemente per la sua durata, per il capitale narrativo che abbiamo speso, o forse perchè gli autori si sono esaltati. Forse alcune persone volevano un finale più soddisfacente -forse volevano un lieto fine per lui o un senso di chiusura più definitivo. Volevano che morisse, ma credo che il fatto che si sia esiliato in una prigione fatta da lui sia, secondo me, abbastanza giusto per la serie".

Hall, insomma, promuove il finale anche se ammette che si poteva fare di meglio. Ma le polemiche sollevate dai fan dello show hanno evidentemente spinto Hall a dover chiarire il suo punto di vista, non condannando del tutto il finale. Già la scorsa settimana ad Ign l'attore aveva parlato della serie, spiegando di non essere convinto di come avrebbe voluto il finale:

"A volte vorrei che si fosse sacrificato, che fosse morto, che Deb gli avesse sparato in quel magazzino (dove la donna spara a LaGuerta -Lauren Vélez-, ndr), ma certo, quello avrebbe reso l'ottava stagione difficile da fare".

Insomma, che sia piaciuto o no, il finale di "Dexter" fa ancora discutere, entrando così tra i finali di serie tv di cui si parlerà ancora a lungo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: