• Tv

Piemonte News – L’informazione regionale

Nell’era della comunicazione globale, nell’era in cui si trova qualunque tipo di informazione in rete – il corsivo è doveroso, considerato il fatto che una volta trovata, l’informazione su internet, occorre un minimo di cognizione di causa per filtrarla e rielaborarla e per valutare le fonti -, quale può essere l’evoluzione delle news?Be’, alcuni credono

di

Piemonte Nell’era della comunicazione globale, nell’era in cui si trova qualunque tipo di informazione in rete – il corsivo è doveroso, considerato il fatto che una volta trovata, l’informazione su internet, occorre un minimo di cognizione di causa per filtrarla e rielaborarla e per valutare le fonti -, quale può essere l’evoluzione delle news?

Be’, alcuni credono al citizen journalism e all’informazione locale: la rete offre di tutto e di più sui grandi eventi? Bene. Allora proviamo a puntare sul piccolo, sull’hic et nunc. Più o meno dev’essere questo il ragionamento alla base della nascita di Piemonte News, un progetto di informazione locale e di televisione di servizio cui aderiscono ben quindici reti locali piemontesi (Quartarete Tv, Rete 7, Telecity, Telecupole, Telestudio, Video Novara, Italia 8, Telestar, Quinta Rete, Sesta Rete, Tele Ritmo, Videonord, Grp, Telesubalpina e Videogruppo).

Ma come si sviluppa, questo Piemonte News?

Molto semplice.

Attraverso un accordo fra la Regione Piemonte e la società Consorzio Tv (980mila euro per un anno), a partire dal 20 settembre verranno realizzate quattro edizioni giornaliere di un tg regionale da cinque minuti, più due approfondimenti settimanali. Edizioni e approfondimenti che saranno a disposizione delle quindici reti locali per la messa in onda – le notizie e il materiale video vengono raccolti da una redazione centrale che le rielabora e le rende fruibili – e poi saranno disponibili anche su internet, sul Sito della Regione Piemonte.

Il presidente della regione, Mercedes Bresso, dichiara:

Vogliamo contribuire a creare un forte sistema di informazione locale che offra un servizio di qualità a tutti i cittadini piemontesi e favorisca la liberalizzazione del sistema televisivo. Piemonte News darà spazio e voce ad ogni realtà, per favorire una conoscenza e una percezione unitaria nella valorizzazione del policentrismo e delle peculiarità di ogni territorio.

L’iniziativa sembra, per quanto limitata localmente, davvero interessante. E pare altresì auspicabile che venga riproposta anche altrove. Resta, tuttavia, un quesito importante: ma la televisione di servizio, non doveva farla la RAI?