Sfide guarda ai Mondiali 2014: su Rai 3 quattro puntate sui nostri 'amatissimi avversari'

Un viaggio nella storia 'mondiale' dell'Italia del calcio attraverso le rivalità 'mitiche' della nostra Nazionale.

Sfide torna su Rai 3 stasera, venerdì 2 maggio, alle 21.05 con una nuova 'mini' edizione da prime time guidata ancora da Alex Zanardi. "I nostri amatissimi avversari" è il sottotitolo scelto per questo ciclo di quattro puntate che ripercorre i match decisivi con i grandi rivali della Nazionale, soprattutto ai Mondiali di Calcio.

Un modo per avvicinarci a Brasile 2014, ormai alle porte: i Campionati di Calcio inizieranno il prossimo 12 giugno e Sfide ci scalda facendoci rivivere le partite più dolci e quelle più amati combattute con i nostri principali avversari.

Francia, Brasile, Germania e Inghilterra: sono queste le squadre su cui si è concentrata la redazione di uno dei programmi meglio costruiti della tv italiana. Un viaggio che copre circa 45 anni di storia, rivissuta con i filmati di repertorio e con interviste ai grandi testimoni di quelle sfide, da Lippi campione del mondo 2006 con Buffon e Materazzi, a Costacurta, passando per i grandi campioni delle altre Nazionali, come Barthez, Thuram, Zico, Overath, Littbarski. Ma la lista di interviste illustri ai protagonisti del nostro calcio è ancora lunga e comprende anche un'intervista esclusiva di Alex Zanardi a Prandelli.

Italian defender Fabio Cannavaro celebra

Si parte dalla Francia e non per caso: proprio contro i cugini d'Oltralpe debuttò la Nazionale italiana nel maggio 1910 vincendo per 6-2. Un bell'inizio. Il 2 e il 6 tornano nel 2006, quando gli Azzurri portarono a casa la Coppa del Mondo in una finale che rimarrà nella storia per la testata di Zidane a Materazzi. La storia di 'Sfide' parte dai Mondiali del 1978, con la partita d'esordio per gli Azzurri proprio contro la Francia, raccontati fuori e dentro il campo, come nello stile del programma: e sono proprio i racconti 'minimi' a dare il senso di uno sport e anche della rivalità che, per definizione, divide, ma nel contempo accomuna.

Si passa ai Mondiali 1986, che videro l'Italia di Cabrini incontrare la Francia di Platini agli Ottavi di Finale: un match senza storia che chiuse l'avventura azzurra e anche l'era Bearzot. Inevitabilmente si passa ai Mondiali 1998 in Francia, con l'uscita dell'Italia ai Quarti alla 'lotteria dei rigori'.

Prima di arrivare ai Mondiali di Germania 2006 è d'obbligo un passaggio per gli Europei 2000, anche quelli giocati in Francia: ok, non sono mondiali, ma restano una delle pagine più amare nella storia delle Sfide con la Francia. Si arriva in finale dopo una prestazione indimenticabile degli Azzurri contro l'Olanda (il cucchiaio di Totti ai rigori resta nella storia) si domina la partita, ma ci si fa infilare nel quarto minuto di recupero. Tempi supplementari e quel maledetto Golden Gol (poi soppresso) che ci condanna a un amaro secondo posto. Anche se non 'Mondiale', quella sfida ha segnato la rivalità con i Galletti.

Una rivalità che continuerà in Brasile. Per adesso godiamoci il racconto di Sfide, da stasera in prima tv su Rai 3 alle 21.05.

 

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail