• Tv

La Tv sul PC: Mediaset presenta il nuovo portale video

Oggi si è tenuta presso la Biblioteca di Via Senato a Milano la presentazione della nuova piattaforma video di Mediaset attraverso il portale Mediaset.it con la presenza di Yves Confalonieri, Paolo Liguori e Fulvio Pravadelli. Occasione per elencare i successi di quest’anno e per annunciare le novità che verranno implementate dal prossimo autunno.Dal comunicato ufficiale:

di share

Mediaset.it VideoOggi si è tenuta presso la Biblioteca di Via Senato a Milano la presentazione della nuova piattaforma video di Mediaset attraverso il portale Mediaset.it con la presenza di Yves Confalonieri, Paolo Liguori e Fulvio Pravadelli. Occasione per elencare i successi di quest’anno e per annunciare le novità che verranno implementate dal prossimo autunno.

Dal comunicato ufficiale:
“R.T.I. Interactive Media è la chiave d’accesso di Mediaset al mondo della comunicazione multicanale e multipiattaforma. I prodotti si differenziano in Internet, telefonia mobile e teletext”.

Internet
informazione con Tgcom, Tg5, Studio Aperto
tv attraverso la presenza dei più importanti programmi messi in onda dalle reti
community con forum, chat, e-mail e giochi online.

Il nuovo portale Mediaset.it Video con oltre 10 milioni di video scaricati al mese, consente di poter rivedere il meglio dei programmi tv, vedere backstage e visionare contenuti creati appositamente ed in esclusiva per il Web.
Il servizio Video on Demand, di cui parleremo più approfonditamente in seguito, è stato utilizzato per dare la possibilità ai telespettatori di usufruire della visione delle partite in diretta del Torino Calcio e della Casa del Grande Fratello 7 24 ore su 24. Inoltre, per la prima volta, è stato lanciato il reality web “Fratello e Sorella” con Diana e Filippo Nardi, due ex GF.

Telefonia mobile
– 150 mila abbonati ai servizi infonews su Tg5, Studio Sport, Grand Prix e le soap.
– 12 milioni di sms voting inviati tra Grande Fratello, La Pupa e il Secchione, Reality Circus e Amici (che ha raggiunto il record storico di ben 2.800.000 voti nella sola serata finale)
– 7 milioni di sms per le chat di Mediavideo
– più di 1 milione di sms inbox inviati a Controcampo, La Corrida e Verissimo
– quiz (oltre 380 mila giocate) mandati in occasione di prodotti di successo come The O.C., Love Bugs
– 60.000 sms per 1 Contro 100
– 35.000 giocate per la Moto GP durante un singolo gran premio
– novità, di cui abbiamo già parlato, Quiz Sport, che ha dato la possibilità a olre 11.000 appassionati di sfidarsi in diretta in un gioco interattivo via telefono e che verrà riproposto in autunno.

Teletext
– dal 1997 Mediavideo che fornisce informazioni, ma anche interattività con sms, quiz, community ed è coperto con investimenti da oltre 100 inserzionisti.

Tgcom
aggiorna in tempo reale wap, infonews, Mediavideo e internet sulla propria home. Inoltre vanno in onda le pillole di news tra il primo e il secondo tempo dei film trasmessi dalle reti Mediaset e anche nel canale del digitale terrestre Mediashopping, oltre che sui cellulari Tim e Vodafone. Grazie alla collaborazione “interna” con R101 inoltre Tgcom arriva anche in radio con 14 appuntamenti al giorno.

Yves ConfalonieriFin qui la presentazione, vediamo in dettaglio quanto i singoli responsabili hanno spiegato. Il primo è stato Yves Confalonieri, direttore di R.T.I. Interactive Media.

Confalonieri esordisce con enfasi: “da oggi parte una nuova era perchè portiamo la tv sul pc”
La TV sul Pc verrà offerta in tre modi:
– snack tv, ovvero il meglio dei programmi televisivi con clip e pillole
– il video on demand di prodotti di diritti italiani e internazionali
– video community

Portale unico di accesso è il nuovo sito mediaset.it parzialmente rinnovato e online da ieri sera che non mancherà di informare come ha sempre fatto sui programmi in onda in tempo reale e nel prime time e che riporterà parecchi video, dove cliccando si accederà per l’appunto a video.mediaset.it navigando nelle varie sezioni come le news (dove 15 minuti dopo la messa in onda si possono vedere le edizioni integrali dei tg), tutti i maggiori programmi delle reti, le esclusive web, i più visti e i video scelti dalla redazione.
In questa fase sperimentale il prodotto in tre mesi ha avuto 300.000 nuovi utenti e 30 milioni di video sono state scaricate.

La vera novità è il video on demand che dall’autunno verrà proposto in 4 modalità:
Download e podcast per visione a tempo (darà la possibilità di scaricare la serie che preferisce per una licenza che dura un mese – unico già presente, le altre modalità partiranno più avanti)
Download e podcast (un intero episodio o un film scaricato sul proprio pc a tempo indeterminato)
Streaming di un episodio gratis inframezzato da spot non invasivi dedicati prima e durante la visione
Eventi Live

RiVideo mediaset.itLa prima offerta prevede a tempo indeterminato di poter scaricare sul proprio pc un episodio di una serie a 1,99 Euro l’uno. Per tutta l’estate ogni singolo episodio costerà in offerta promozionale “solo” 0,99 Euro.
Al momento sono disponibili Fiction Italiane (Carabinieri, Il Giudice Mastrangelo, Distretto di Polizia, R.I.S ecc.) mentre ai primi di settembre si potranno vedere anche quelle americane come Smallville e The O.C., The Closer o Nip/Tuck e inoltre ogni domenica verranno mandate le 3 partite di calcio di serie A più importanti tra le squadre contrattualizzate da Mediaset. In autunno inoltrato, oltre ad essere ampliate le serie americane, si potrà assistere agli show come Le Iene, visibili il giorno dopo la messa in onda, e anche film recenti o classici.
Il servizio Video on Demand di Mediaset.it si chiama RIVIDEO ed il link di accesso è posizionato sulla destra del portale principale.

Ultima la Community o per meglio dire la video-community, per cui nella scorsa primavera è stato sperimentato qualcosa con Le Iene e Lucignolo, ma che si prevede cresca in autunno con la possibilità di invio dei propri video (che però saranno rigorosamente moderati e controllati onde evitare che contenuti poco leciti vadano in rete attraverso le pagine di mediaset.it) attraverso i programmi televisivi, anche a tema e verrà alimentata anche con dei concorsi, una in particolare già pronta: gli utenti dovranno dare il nome alla video community.
La prima iniziativa in tal senso è Talent1, di cui aveva accennato il nostro Lord Lucas, in cui ballerini, cantanti, musicisti avranno la fortuna e la certezza di andare in televisione in un programma notturno su Italia 1 condotto da Tommy Vee, ex concorrente del GF4, solo se saranno tra i più votati e i più visti dagli utenti di Internet.

Paolo Liguori e Xi XueE’ la volta di Paolo Liguori, direttore di Tgcom, (il cui sito subirà un lieve restyling grafico) elencare le novità relative al suo prodotto.
Innanzitutto le cifre: oltre 500.000 utenti unici al giorno e 4.000.000 al mese, cifre che si misurano con la televisione, visto che gli utenti unici corrispondono agli ip che vengono rilevati solo la prima volta (in un’azienda per capirci, se ci sono 10 pc, ne viene rilevato uno solo).
Il prodotto più nuovo di Tgcom è Chinatown Today, un formato di glocal (ovvero global local), ovvero un giornale di quartiere; in questo caso viene mandato un tg in italiano e in cinese dal quartiere cinese di Milano, di cui recentemente hanno parlato le cronache di tutto il mondo, con servizi e interviste raccontate dall’esordiente XI (pron. Sci) Xue (pron. Sciue), una giovane studentessa cinese che è stata tra le curatrici in fase embrionale del prodotto, realizzato senza alcun giornalista professionista, tutto con stagisti e studenti delle scuole di giornalismo.
Obiettivo è che possa essere il viatico per la realizzazione di telegiornali di altri quartieri che potrebbero essere mandati in onda dal Tgcom, utilizzando semplici videocamere portatili.

Un altro prodotto lanciato alcuni mesi fa è 120 secondi, di cui i migliori vanno in onda il sabato e la domenica all’interno dei film di Canale 5, Italia 1 e Rete 4 al posto delle pillole di informazione. In questo caso la realizzazione dei filmati avviene anche con i cellulari di ultima generazione.

Mediaset.itLiguori sottolinea il successo dell’iniziativa in collaborazione con la redazione di Controcampo per il Calcio mercato che ha portato parecchi nuovi utenti che non erano mai arrivati su Tgcom e leggevano le notizie solo sui media specializzati, forte di un marchio consolidato come la trasmissione televisiva condotta da Sandro Piccinini.

Altra pagina interessante sempre per TgCom che partirà a breve sarà quella dedicata all’energia, sponsorizzata con la collaborazione dell’azienda Edison che aiuterà anche a redigere la parte editoriale.

In conclusione ha parlato Fulvio Pravadelli, responsabile di Promoservice, la concessionaria pubblicitaria di R.T.I. Interactive Media che ha il compito di raccogliere la pubblicità per Internet e per il digitale terrestre Premium e Mediashopping e sport attraverso le sponsorizzazione di squadre di calcio come Inter, Milan e Genoa oltre alla Nazionale Italiana di Calcio e cartelloni pubblicitari in ledwall negli stadi di calcio.

Chinatown TodayUno dei prodotti pubblicitari più interessanti presentati da Pravadelli è stata la pubblicità virtuale, servizio in esclusiva, che compare nel digitale terrestre in cui in un campo di calcio appare a centrocampo il simbolo della Coca-Cola con tanto di filmato tipo spot e le pubblicità su Internet, in particolare quella di Vodafone in cui lo schermo si chiude o un omino cade su una sdraio.

Ultima notizia che risponde ad una domanda specifica di un giornalista in conferenza stampa: Mediaset sta discutendo con Youtube per creare un proprio canale light, così come hanno già fatto Rai e La 7 e sta trattando con le major americane per poter dare la fruizione del prodotto in anteprima rispetto alla messa in onda, così come avviene oltreoceano.
Vedremo gli sviluppi futuri.