Serie Tv 2014-15, novità: SyFy ordina Olympus e Z Nation, Canal Plus lancia Spotless

SyFY ordina una serie mitologica e una serie zombie, mentre Canal Plus punta su un crime drama.

Spotless

Olympus: SyFy ha ordinato tredici episodi della prima stagione della serie drammatica prodotta da Robert Halmi Sr. e Nick Willing. La serie racconta la storia di un gruppo di persone che sfidano gli Dei e li rinchiudono nel regno degli Inferi. La produzione della serie, che racconterà un mondo popolato da esseri umani, Dei e mostri, inizierà questa estate a Vancouver e Londra. La premiere è fissata per l’inizio del 2015. Chris Regina ha commentato: “Olympus è un fantastico mix di azioni, emozioni, creature e grande narrazione, che vi mostrerà personaggi mitologici come non ha fatto nessuno in precedenza”.

Spotless: Canal Plus ha ordinato dieci episodi del crime drama creato da Ed McCardie e Corinne Marinnan. La serie, definita irriverente, sexy e pericolosa, ambientata a Londra, racconta la storia di un uomo tormentato la cui vita viene sconvolta quando suo fratello fuorilegge entra a far parte del suo mondo e riesce a coinvolgerlo nella realtà della criminalità organizzata. Insieme i due fratelli lotteranno per ottenere il controllo sulla vita, sugli affari e sul destino comune. Le riprese inizieranno questa estate a Londra. I primi due episodi saranno diretti da Pascal Chaumeil.

Z Nation: SyFy ha ordinato la prima stagione della serie horror di Karl Schaefer, creata dalla Asylum, la società di produzione di Sharknado. Z Nation, ambientata nell’America post apocalittica, tre anni dopo che un virus zombie ha devastato il Paese, racconta la storia di una squadra di eroi, formata da persone comuni, che deve trasportare un sopravvissuto importante per 3000 miglia, da New York alla California, perché un laboratorio attende il suo sangue per studiarlo. Nonostante gli anticorpi che possiede lo sconosciuto siano l’ultima e più grande speranza del mondo di ottenere un vaccino, l’uomo nasconde un oscuro segreto che minaccia tutti quelli che gli stanno intorno. Karl Schaefer ha spiegato: “Invece di raccontare la disperazione esistenziale, la serie racconta la speranza che coltiva l’essere umano, non solo di poter sopravvivere alla Apocalisse Zombie, ma anche di poter trionfare”. La serie dovrebbe esordire già il prossimo autunno.

  • shares
  • Mail